×

Recovery: Giacomoni (Fi), 'non possiamo fallire'

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 25 set. (Adnkronos) – “I soldi del Recovery fund, per il quale il presidente Berlusconi si è fortemente battuto in seno al Partito popolare europeo e con i leader europei, rappresentano un’occasione storica. Un’occasione unica ed irripetibile. Non possiamo sbagliare anche perché se fallisce il governo Draghi, fallisce l’Italia e se fallisce l’Italia fallisce l’Europa e questo è anche il motivo per cui ci hanno dato più risorse rispetto agli altri Paesi”.

Così il deputato di Forza Italia Sestino Giacomoni, presidente della Commissione di vigilanza su Cassa depositi e prestiti, rispondendo alle domande di Massimo Giletti durante gli Stati Generali dell’economia abruzzese.

"Sono fiducioso –ha aggiunto– che il Governo riuscirà a trasformare, nei tempi dovuti, le risorse in progetti concreti, ossia in buoni investimenti nell’economia reale. La competenza, l’esperienza e l’autorevolezza di Draghi sono una garanzia. Del resto l’attività finora svolta sul cronoprogramma inerente i vaccini e sul green pass è l’emblema di questo esecutivo, preso a modello anche da Fauci negli Stati Uniti".

"L’impegno è totale, da parte di tutti, tanto è vero che il Governo, grazie anche alle due riforme portate avanti dal nostro ministro Brunetta, con il decreto cosiddetto Semplificazioni, che consente di accelerare tutta la procedura, consentendo di investire i soldi in maniera rapida ed efficace, senza sprechi di tempo, ed il decreto reclutamento per assumere personale da destinare all’attuazione del piano, ha rispettato tempi ed impegni previsti e ad agosto l’Italia ha avuto i primi 25 mld di acconto sui 200 mld previsti dal piano”.

Contents.media
Ultima ora