×

Recovery Plan, previste 24 mila assunzioni tra professionisti, dirigenti e apprendisti

Nel Recovery Plan è previsto un piano di assunzioni per circa 24 mila persone tra professionisti, dirigenti e giovani professionisti.

Recovery plan assunzioni

Con il via libera del Recovery Plan c’è grande attesa per il piano di assunzioni. Nello specifico sarebbero oltre 24 mila le persone che potrebbero essere assunte tra cui giovani apprendisti, ma anche dirigenti, professionisti o ancora esperti e vincitori di concorso.

Una buona parte di queste assunzioni dovrebbe essere destinata alla giustizia, mentre sarebbero circa 1000 le persone che dovrebbero essere assunte nelle regioni e negli enti locali.

Sarebbero previsti anche oltre 200 addetti informatici impiegati nella transizione digitale. “Abbiamo una Pa con dirigenza ingessata, con poca mobilità orizzontale e verticale. Abbiamo pensato che questa fosse la grande occasione per metterla in concorrenza con l’esterno”, ha dichiarato il ministro della pubblica amministrazione Renato Brunetta durante la conferenza stampa.

Recovery Plan assunzioni, previste apposite piattaforme di reclutamento

Una delle novità più interessanti previste con il Recovery Plan sarà la realizzazione di una piattaforma dedicata nella quale verranno raccolti i curriculum: “Abbiamo messo in piedi un meccanismo innovativo con standard internazionali, prevedendo delle apposite piattaforme di reclutamento […] attraverso questo portale verranno selezionati e poi messi a disposizione degli enti titolari dei progetti, perché possano sceglierli, contrattualizzare e farli lavorare con contratti a termine”, le parole del Ministro Renato Brunetta che ha annunciato che nella pubblica amministrazione dovrà prevalere prima di tutto il merito.

“Vogliamo che la dirigenza sia rafforzata nell’osmosi con l’esterno. Sarà un mercato efficiente, non chiuso: dovrà prevalere il merito. La remunerazione dovrà essere all’altezza del mercato” , ha dichiarato a tal proposito.

Recovery Plan assunzioni, cosa prevede la bozza

La bozza del decreto del Recovery Plan, composta di 20 articoli, prevederà diverse tipologie di contratti dall’apprendistato, all’assunzione di tecnici e figure specializzate per arrivare a premi destinati ai dipendenti pubblici.

Nello specifico entro il 2026 dovrebbero essere assunte oltre 24 mila professionisti di cui 500 persone con concorso rapido, 300 per la governance del Recovery Plan, altre 1000 persone impiegate in regioni ed enti locali, circa 22 mila persone impiegate negli uffici della giustizia, mentre 268 dovrebbero essere impiegati nella transizione digitale di cui 67 all’agid.

Recovery Plan assunzioni, i contratti potrebbero essere conclusi prima

Un altro particolare aspetto riguarderà la possibilità di poter risolvere unilateralmente il contratto che sarà a termine e che potrà essere chiuso prima se non verranno raggiunti determinati obiettivi. La durata del contratto in ogni caso potrebbe superare i 36 mesi, ma comunque non dovrebbe andare oltre il 2026.

Contents.media
Ultima ora