×

Reddito di cittadinanza, De Luca contrario: “Mai più regali, servono impegno e sacrificio”

Parole dure quelle espresse dal presidente De Luca in merito al reddito di cittadinanza: il commento.

Vincenzo De Luca

Vincenzo De Luca, in qualità di presidente della Campania, ha parlato dopo la visita presso l’hub di Ponte Valentino a Benevento. Proprio qui sarebbe in corso la campagna vaccinale per i lavoratori attivi nel comparto produttivo della zona. 

Reddito di cittadinanza, l’attacco di De Luca 

Il presidente De Luca ha criticato senza mezzi termini il contributo del reddito di cittadinanza. Parole forti che hanno scatenato il dibattito tra chi è favore e chi è invece contro il provvedimento. “Siamo il massimo della creatività. Da oggi in poi non ci deve essere nessun contributo dello Stato scollegato da lavoro e formazione professionale. Giusto dare un aiuto – ha commentato De Luca – ma se dai disponibilita’ a fare anche il lavoro stagionale.

Diamo un aiuto alle famiglie non ai figli di buona donna”.

Reddito di cittadinanza, De Luca non molla 

De Luca ha fortemente criticato il sussidio economico introdotto ormai da diverso tempo. “Non ci deve essere nessun contributo dello stato scollegato o dalla disponibilità al lavoro o dalla formazione professionale. Giusto dare un aiuto – continua il presidente della Campania – ma ti do un aiuto se dai la disponibilità anche a fare il lavoro stagionale.

Ti do 500 euro in più ma non se non vai a lavorare”.

Reddito di cittadinanza, lotta contro i furbetti 

Gli aiuti secondo De Luca vanno bene, ma devono essere rapportati ad un successivo inserimento nel mondo del lavoro. Nel frattempo il presidente chiede di fare un distinguo sostanziale fra i furbetti e chi ha veramente bisogno di un aiuto da parte delle istituzioni“C’è anche buona parte della popolazione che con l’aiuto non ce la fa – conclude De Luca – ma diamo una mano alle famiglie, alla povera gente vera non ai figli di buona donna che prendono i soldi e non vanno a lavorare.

Quella è un’altra cosa”. 

Nel frattempo la Campania è alla prese con un focolaio della variante Delta che preoccupa e non poco. Il ritorno di alcuni giovani da una festa a Palma di Maiorca, in Spagna, ha avviato una serie di contagi che rappresentano un campanello d’allarme. Il tracciamento dei contatti continua e non si escludono delle possibili contromisure per frenare l’aumento dei contagi. In Campania è stato intanto introdotto nuovamente l’obbligo di mascherina anche all’aperto: si tratta di una richiesta importante fatta ai cittadini per le prossime settimane estive. 

Contents.media
Ultima ora