> > Reddito di cittadinanza, l'ipotesi allo studio del Governo: "Gli occupabili n...

Reddito di cittadinanza, l'ipotesi allo studio del Governo: "Gli occupabili non potranno più riceverlo"

Reddito cittadinanza Giorgia Meloni

Con la manovra del 2023 potrebbe arrivare una stretta sul reddito di cittadinanza. Chi è occupabile potrebbe non percepire l'assegno mensile.

Nei prossimi mesi potrebbero esserci dei cambiamenti importanti nel reddito di cittadinanza.

Il governo Meloni starebbe infatti studiando un’ulteriore stretta su questa misura, soprattutto per ciò che riguarda i requisiti d’accesso.

Stando a quanto emerge dal vertice che si è tenuto a Palazzo Chigi e quanto riporta Open, la misura è stata messa sul tavolo la manovra del 2023 e dovrebbe essere discussa già nella giornata del 21 novembre. In particolare nelle ipotesi dell’esecutivo vi sarebbe la preclusione dell’assegno mensile a chi viene considerato “occupabile” e ciò dovrebbe accadere da giugno 2023. 

Reddito di cittadinanza, l’ipotesi allo studio del governo di Giorgia Meloni 

Il viceministro dell’Economia Maurizio Leo ha spiegato: “La nostra strategia politica è di separare i casi in cui le persone non possono lavorare, che vanno sempre salvaguardati, e gli altri su cui si può intervenire”. Oltre a ciò il presidente del Consiglio Meloni avrebbe sottolineato di effettuare delle verifiche sul reddito di cittadinza al fine di identificare chi veramente necessita di ricevere questa misura.

Renzi su Giorgia Meloni: “In campagna elettorale era l’unica a chiedere il reddito di cittadinanza” 

Nel frattempo il leader di Italia Viva Renzi ha criticato le scelte fatte dal presidente del Consiglio Meloni sul reddito di cittadinanza“Parlo delle contraddizioni di chi ha vinto le elezioni ma fatica a concretizzare ciò che aveva promesso. Un esempio? Il reddito di cittadinanza. Avevano promesso che lo avrebbero abolito. Anzi, Meloni diceva in campagna elettorale che lei era l’unica a chiedere di abolirlo. Oggi tornano a parlare di semplici modifiche”.