Referendum 12 e 13 giugno, come si vota | Notizie.it
Referendum 12 e 13 giugno, come si vota
Cronaca

Referendum 12 e 13 giugno, come si vota

Referendum 12-13 Gigugno 2011

Domenica 12 e lunedì 13 giugno 2011 gli italiani sono chiamati a votare per 4 referendum e ad esprimersi su alcuni quesiti strettamente collegati a norme di legge statali. Si tratta di referendum abrogativi sulla privatizzazione dell’acqua, sul nucleare e sul legittimo impedimento. Le urne sono aperte per tutta la giornata di domenica dalle 8 alle 22 e lunedì dalle 7 alle 15. In Sardegna, dunque, si vota di nuovo sul nucleare dopo il referendum consultivo svoltosi a maggio.

Ecco dunque su cosa saremo chiamati a votare domenica 12 e lunedì 13 giugno

Quesito n. 1 (scheda di colore rosso): Acqua pubblica
– Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione –
Si deve votare SÌ se si è contro la privatizzazione dell’acqua e contro la gestione dei servizi idrici da parte di privati.
Si deve votare NO se si è a favore della legislazione attuale (legge Ronchi) che prevede la graduale privatizzazione degli acquedotti e dei servizi idrici.

Quesito n.2 (scheda di colore giallo): Acqua pubblica
– Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito.

Abrogazione parziale di norma –
Si deve votare SÌ se si è contro la norma che permette il profitto (non il recupero dei costi di gestione e di investimento, ma il guadagno d’impresa) nell’erogazione dell’acqua potabile.
Si deve votare NO se si è a favore della legislazione attuale, che ammette tale guadagno.

Quesito n.3 (scheda di colore grigio): Energia nucleare
– Abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare –
Si deve votare SÌ se si è contro la costruzione di centrali nucleari in Italia.
Si deve votare NO se si è a favore della legislazione attuale, che non esclude la possibilità di costruire centrali nucleari.

Quesito n.4 (scheda di colore verde): Legittimo impedimento
– Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n.51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n.23 del 2011 della Corte costituzionale –
Si deve votare SÌ se si è contrari al principio che il presidente del Consiglio o un ministro possano chiedere di non comparire in tribunale nei processi che li riguardano per poter svolgere le loro funzioni di governo.
Si deve votare NO se si è a favore della legislazione attuale, con la quale, rispetto a tutti gli altri cittadini, il presidente del Consiglio e i ministri hanno diritto a una forma più estesa di impedimento alla comparsa in Tribunale nel caso di processi a loro carico.

_________________________________________________________________________

Il referendum abrogativo è valido solo nel caso in cui si reca alle urne il 50% più uno degli aventi diritto al voto (quorum).

E’ possibile ritirare e quindi votare, anche solamente la scheda per uno o per alcuni quesiti referendari. Si vota presentandosi, muniti di tessera elettorale e un documento di identità, presso il seggio indicato sulla stessa tessera elettorale.

Chi avesse smarrito la tessera elettorale o non l’avesse ancora ricevuta, può richiederla all’ufficio elettorale del proprio Comune da martedì 7 giugno a sabato 11 dalle ore 9 alle ore 19, oppure nei giorni della votazione (domenica 12 giugno e lunedì 13 giugno) per tutta la durata delle operazioni di voto. I seggi resteranno aperti dalle 8.00 alle 22.00 di domenica 12 giugno e dalle 7.00 alle 15.00 di lunedì 13 giugno.

Si ricorda inoltre di non sovrapporre le schede (sono copiatve), PER EVITARE CHE IL SEGNO DI VOTO TRACCIATO SU UNA SCHEDA SIA VISIBILE SULLE ALTRE SOTTOSTANTI, RENDENDO IL VOTO NULLO.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche