Renzi: Chi vi dice che la crisi è finita vi prende in giro. - Notizie.it
Renzi: Chi vi dice che la crisi è finita vi prende in giro
Politica

Renzi: Chi vi dice che la crisi è finita vi prende in giro

Matteo Renzi, sindaco di Firenze e candidato alle primarie del Pd, parla al PalaIsozaki di Torino e si toglie qualche sassolino dalla scarpa.

Sono arrivato in ritardo perché avevo un aereo dalle Cayman… La sinistra è ossessionata dal denaro, la sinistra dovrebbe far ridere i poveri e non far piangere ricchi”, afferma “il Rottamatore” rispondendo a polemico attacco di Bersani sulle sue frequentazioni con finanzieri, come Davide Serra.

Renzi ha continuato rivolgendosi sempre a Pier Luigi Bersani: «Caro segretario, le regole fanno male a te. Chi vuole governare il paese deve avere il coraggio di mettere tutto ciò che può sul tavolo, non può aver paura del voto dei 17enni o del voto libero degli italiani modificando delle regole che erano sempre state le stesse e facendo un atto, caro segretario, che non fa male a noi. Noi, non abbiamo paura di queste regole, a noi non fanno male, ma fanno male a te perché cambiando le regole hai messo le condizioni di poter dire che queste primarie sono ispirate dalla vostra paura non dal nostro coraggio.

La parola comunicazione non deve far paura alla sinistra, non è una parolaccia. È un autogol se la comunicazione è di plastica, come qualcun’altro ha fatto per molti anni».

Il sindaco di Firenze, ha poi toccato il tema del superamento della crisi economica, affrontato proprio sabato da Mario Monti. Il Premier si era dimostrato ottimista dicendo di vedere l’avvicinarsi la fine della crisi, ma il candidato alle primarie del Pd sembra essere di parere differente: «Chi vi dice che la crisi è finita vi prende in giro. La crisi non ha una fine è un cambiamento. Ed è anche una opportunità. Noi siamo di sinistra perché non abbiamo paura del futuro. Futuro è parola da pronunciare con piacere, non con angoscia».

Francesca

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche