×

Renzi promuove nuove misure per il lavoro: ‘Serve altro job act per abbassare le tasse’

Matteo Renzi è partito oggi in treno per un tour a sostegno alla campagna elettorale del PD. In questa prima tappa ha parlato di un nuovo job act e delle alleanze del suo partito.

default featured image 3 1200x900 768x576

Matteo Renzi ha poco fa, all’inizio del suo ‘tour’ Destinazione Italia, ha detto che nella prossima legislatura serve un ulteriore job act. Per l’ex premier, l’Italia non è solo passato, e non è affatto una nazione finita. Matteo Renzi è convinto fermamente che nel nostro Paese si possa fare industria, ma è necessaria una deburocratizzazione ed una ulteriore diminuzione delle tasse.

Renzi in tour

La campagna elettorale del PD è senz’altro particolare. Matteo Renzi ha affittato da Trenitalia un intercity con il quale farà un vero e proprio tour in tutta Italia. A bordo del treno, formato da cinque vagoni, è presente un personale giovanissimo, composto solo da ragazzi nati dopo il 1999.

Il tour è partito da Roma questa mattina. Matteo Renzi aveva spiegato che questa sua iniziativa è stata fatta col fine di “smettere di parlarci addosso ed entrare nei problemi veri degli italiani”.

La politica fatta in mezzo alla gente è “tutta un’altra cosa. Parla dei problemi concreti, di come rilanciare l’industria, del terremoto, di agricoltura. Il senso del viaggio del Pd è quello di uscire dal chiacchiericcio del Transatlantico. È una campagna di ascolto”.

renzi

Le tappe

Per iniziare la campagna elettorale sono stati selezionati i luoghi torturati dal terremoto che versano in maggiore difficoltà, ove la destra negli ultimi anni ha guadagnato terreno. Il primo giorno l’intercity fa tappa in provincia di Rieti per poi proseguire nelle Marche con una sosta ad Arquata del Tronto, e in Abruzzo. Quella che dai democratici è definita una “sede itinerante” del partito ha l’obiettivo di dialogare con l’Italia profonda, “il famoso Paese reale che non cattura l’attenzione di giornali e tv”. Il treno arriverà poi in Puglia, fortezza del governatore dem dissidente Michele Emiliano bacino elettorale del rivale Massimo D’Alema, con una tappa a Taranto per prendere poi la direzione Napoli. Qui dal 27 al 29 ottobre, al Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa si terrà la Conferenza programmatica nazionale del partito.

Job act

Arrivato in una sala dell’abbazia di Farfa, parlando con i presenti, Matteo Renzi si sofferma sulle politiche del lavoro. “Nella prossima legislatura dovremo fare un ulteriore job act, un ulteriore intervento”. Per Matteo Renzi la parte normativa “è completa, dobbiamo ragionare di ulteriori incentivi” legati alla riforma. E “non è vero che l’Italia è solo passato ed è finita, in Italia si può fare industria. Serve una ulteriore deburocratizzazione e ulteriore riduzione delle tasse”.

PD e alleanze

A Matteo Renzi viene poi domandato con chi il PD farà alleanze. L’ex premier risponde che la cosa fondamentale è portare la discussione sui problemi degli elettori. “Abbiamo dato gli 80 euro, chi li vuole eliminare? Chi vuole licenziare 100mila insegnanti della buona scuola? Chi si lamenta dei posti di lavoro creati? Lo dicano”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora