Renzi dice no ai 5 stelle: Pd diviso prima della Direzione
Renzi dice no ai 5 stelle: Pd diviso prima della Direzione
Cronaca

Renzi dice no ai 5 stelle: Pd diviso prima della Direzione

consultazioni

Previsto nuovo giro di consultazioni tra il Presidente e i rappresentanti dei Dem. Intanto, cresce la divisione all'interno del Pd.

Pd diviso in attesa del nuovo piano di consultazioni elaborato da Sergio Mattarella per la formazione del nuovo governo. Renzi resta fermo sulla propria posizione: no a un’alleanza con i 5 stelle. Per il Presidente della Repubblica sarà l’ultima occasione per trovare una soluzione all’assenza di una maggioranza che appoggi il neo-governo.

Nuove consultazioni: Dem divisi

In data 3 maggio 2018, alle ore 15, è previsto il nuovo giro di consultazioni (probabilmente l’ultimo) con il Capo dello Stato per la formazione del governo. Mentre Mattarella prepara il programma degli incontri con i rappresentanti dei Dem Matteo Renzi, Enrico Franceschini, Andrea Orlando, Maurizio Martina e Michele Emiliano, la tensione all’interno del Partito democratico cresce sempre di più. Ad aggravare la divisione tra i Dem è stato un documento stilato dalla parte renziana che mette nero su bianco l’opposizione alla possibilità di coalizione con il Movimento 5 stelle. Renzi ha dichiarato che il testo era finalizzato, in realtà, a riportare l’unità nel partito, unità nella quale spera anche Franceschini.

Secondo il Ministro, l’equilibrio verrà ristabilito nel Partito solo quando il segretario reggente otterrà il voto di fiducia dalla Direzione.

consultazioni

Il contenuto del documento, firmato in prima istanza da Guerini, ruota intorno a tre punti: no a “conte interne” alla Direzione; lo “stallo” politico è “frutto dell’irresponsabilità” di M5s e centrodestra; sì al confronto, ma niente fiducia “a un governo guidato da Salvini o Di Maio”.

I numeri in Direzione parlano chiaro. Sarebbero 39 su 52 i senatori che apporranno la loro firma in calce al documento di Guerini e 77 su 105 i deputati. Tra i firmatari ci sarebbero anche Graziano Delrio e Andrea Marcucci.

Il sito “Senzadime”, collegato all’account Twitter di Alberico De Luca, passa in rassegna l’orientamento politico di ogni componente della Direzione Nazionale del Pd, sulla base delle dichiarazioni rilasciate sui social o alla stampa. Il sito suddivide i membri del partito in tre categorie: i non favorevoli alla trattativa con M5s, i favorevoli alla trattativa con M5s e coloro che non si sono ancora fatti sentire. Contro il sito si sono scagliati vari esponenti dei Dem, tra cui diversi di parte renziana, che hanno accusato la pagina di avere pubblicato vere e proprie liste di proscrizione.

Mattarella, intanto, invita le forze politiche a lasciare da parte i personalismi per il bene del Paese. Sfiduciato, senza attendere particolari novità cercherà di capire se ci sia la possibilità di affidare un pre-incarico a qualcuno che possa avere qualche chance.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Diadora Seduta Massaggiante Diadora
39.95 €
179 € -78 %
Compra ora
Google Pixel 2 XL 64GB Nero - Just Black
461 €
Compra ora