Respira meglio con l'aiuto delle erbe - Notizie.it
Respira meglio con l’aiuto delle erbe
Guide

Respira meglio con l’aiuto delle erbe

Problemi di congestione respiratoria, come il gonfiore dei seni nasali, le allergie e le irritazioni delle mucose, sono disturbi molto comuni, soprattutto nei periodi freddi e durante la primavera, quando le allergie da polline e le sinusiti sono in agguato. Il gonfiore delle vie nasali può causare la congestione ed il dolore ed è spesso trattato con farmaci di origine chimica. Ci sono però, molti rimedi erboristici che possono essere usati per trattare questi fastidi con successo.

TIMO SELVATICO: Il timo selvatico (Thymus serpyllum), conosciuto anche come Serpillo, è una pianta rara ed originaria dell’Europa occidentale, che si può trovare in nei vecchi terreni rocciosi deserti, nei campi aperti e nei tappeti erbosi. Le sommità fiorite di quest’erba sono usate da sempre per curare le ferite, le ulcere, ed i sintomi relativi al raffreddore ed all’influenza. Il timo selvatico contiene delle proprietà decongestionanti che gli consentono di ridurre il gonfiore dei passaggi nasali, di sturare le orecchie, e di trattare disturbi respiratori vari.

Vai in erboristeria per farti consigliare il dosaggio corretto da utilizzare (in tisana o suffumigi) in base al tuo problema.

LEGNO BETONICO: il legno betonico (Stachys officinalis) era una pianta molto popolare nel Medioevo e si utilizzava in molti amuleti di guarigione e per oltre venti diverse condizioni di salute. Quest’erba può aiutare a porre rimedio a scarsa memoria, tensione nervosa, e mal di testa causati dalla pressione del seno nasale. Quando il legno betonico è combinato con consolida e fiori di tiglio, è noto per alleviare raffreddore ed occlusione nasale. Mescola parti uguali di queste tre erbe insieme e poi versa una tazza di acqua bollente su due cucchiaini della miscela. Lascia in infusione per quindici minuti e bevila tre volte al giorno. Se è troppo amara, puoi dolcificare questa bevanda con un cucchiaino di miele biologico.

EUFRASIA: L’eufrasia (Euphrasia officinalis) è una piccole e resistente pianta annuale che può cresce in Europa e nelle sub-artiche parti del Nord America.

Le parti aeree di questa pianta sono spesso utilizzate per ridurre infiammazioni agli occhi, all’orecchio medio, e nei passaggi nasali. È inoltre ottima per alleviare stati di congestione generale. L’eufrasia può essere presa come un infuso di erbe creato in un modo simile al legno betonico o prendendo tre millilitri di tintura di quest’erba tre volte al giorno. Non è raccomandata però come impacco a meno che non venga combinata con altre erbe.

EDERA STRISCIANTE: Quest’erba, della famiglia delle edere (Glechoma hederacea) è una pianta perenne con fiori blu-porpora che una volta era famosa per i rimedi a base di erbe nel tempo di Dioscoride. Gli steli, i fiori e le foglie della pianta sono ottimi per alleviare una congestione persistente, l'”orecchio attappato”, ed i seni paranasali gonfi. Un infuso può essere creato mediante un cucchiaino di edera in una tazza di acqua bollente lasciando in infusione per quindici minuti.

Va bevuto tre volte al giorno. L’edera si può usare anche come un ottimo shampoo lucidante.

ATTENZIONE: Non tutte le erbe si adattano ad essere utilizzate da ogni individuo, perché alcuni possono essere allergici. Consultare un medico o un naturopata prima di avvalersene. In ogni caso, non superare le dosi consigliate

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*