×

Ricciardi durissimo: “Si tornerà in Dad perché la scienza è stata ignorata dalla politica”

In merito alla ripresa delle attività didattiche in presenza Ricciardi è durissimo: “Si tornerà in Dad perché la scienza è stata ignorata dalla politica”

Walter Ricciardi

L’esperto di Igiene e consulente del ministro della Salute Speranza Walter Ricciardi in una intervista al Messaggero è durissimo: “Si tornerà in Dad perché la scienza è stata ignorata dalla politica”. L’esperto ha parlato senza mezzi termini di misure prese in deroga dal parere dei tecnici in un momento in cui ascoltare quel parere è fondamentale come forse mai prima. 

Per Ricciardi la scienza è stata ignorata dalla politica: “Situazione esplosiva”

Il dato è che in Italia oggi, 10 gennaio, suona la campanella più cruciale della storia repubblicana e lo fa con un italiano su 30 positivo al Covid. Ha detto Ricciardi: “Non c’è solo un problema di riapertura delle scuole. Nell’insieme le misure prese non sono basate sull’evidenza scientifica a cui si è voluto derogare. E questo è pericoloso. La situazione è esplosiva”. E ancora, a proposito di Omicron: “Non possiamo permetterci di far circolare dei falsi negativi.

Bisognava applicare l’obbligo del Super green pass, ottenuto solo con il vaccino o con il superamento dell’infezione, a tutte le attività. Tutte. E l’obbligo vaccinale solo per gli over 50 non è sufficiente”. 

La scienza che è stata ignorata dalla politica: Ricciardi su obbligo vaccinale e Green Pass “per tutti”

E di certo Ricciardi è favorevole all’obbligo della certificazione verde “per tutti i lavoratori, di qualsiasi età, che sono a contatto con il pubblico.

Ad esempio la cassiera del supermercato, l’autista di un bus, l’impiegato allo sportello delle Poste o di un ufficio pubblico. Obbligo vaccinale per tutti. Per limitare la circolazione del virus, ma anche per proteggere questi lavoratori”. Campanella di riapertura e campanella di chiusura: a dividerle c’è solo il tempo che la Omicron ci metterà ad infettare quasi tutti a scuola, e Ricciardi affronta il tema Dad: “Non sono state prese le misure che sarebbero servite.

Prima di tutto serviva una campagna vaccinale di massa anche tra i bambini. Invece per la fascia di età 5-11 anni stiamo andando molto lentamente. Dovremmo mandare squadre di vaccinatori nelle scuole, proteggere i bambini rapidamente. E poi c’è il problema dell’aerazione delle classi, per la quale non è stato fatto nulla”. 

Riapertura delle scuole da rinviare e scienza ignorata dalla politica, Ricciardi: “La chiusura arriverà presto” 

Insomma, la riapertura delle scuole andava rinviata, poco da girarci intorno, ma a parere di Ricciardi “è chiaro che c’è una forte volontà politica del governo per riprendere le lezioni in presenza, ma temo che in assenza di quegli interventi la chiusura verrà da sé con i contagi in classe. Dicono: ma l’incremento dei casi è avvenuto mentre le scuole erano chiuse. Ma ciò che non si capisce che proprio con un numero di positivi così alto la riapertura delle scuole farà incrementare ulteriormente i casi”.

Contents.media
Ultima ora