Richiesta di inamicizia - Notizie.it
Richiesta di inamicizia
Tecnologia

Richiesta di inamicizia

Era già nota l’ossessione per il politically correct e il buonismo dei programmatori di Facebook, lo stesso che aveva portato Zuckerberg a dire che, con la Primavera araba, Facebook non aveva nulla a che vedere (una scemenza colossale, epica direbbe qualcuno, poiché palesemente la rivolta era organizzata da lì e su Twitter).

Una linea di condotta che ha portato a vietare ufficialmente l’introduzione del dislike, il tasto “non mi piace”.

Da alcuni giorni invece negli Stati Uniti sta girando un’applicazione che permette di creare liste di “nemici”. Un termine un po’ forte secondo lo stesso creatore ma che permette di aggirare la regolamentazione dello statuto di Facebook che vieta il sopracitato “dislike”.

Una reazione di chi pensa che il mondo non sia limitato alle relazioni disponibili nella tendina (a quando l’opzione trombamico amico di letto?). Un utente di Nonciclopedia ha giustamente scritto, nella voce dedicata al network: il suo obiettivo (di Facebook) è privare di ogni significato la parola “amico”.

L’iniziativa d’oltreoceano tenta di svalutare anche un altro termine, o di ridare significato a una parola troppo consunta?

Vedremo come gli italiani accoglieranno l’app.

Vittorio Nigrelli

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche