Rissa in carcere Usa, 7 detenuti morti in South Carolina
Rissa in carcere Usa, 7 detenuti morti in South Carolina
Esteri

Rissa in carcere Usa, 7 detenuti morti in South Carolina

rissa in carcere

Almeno 17 detenuti sono invece rimasti feriti. La struttura ospita 1600 prigionieri, ha già avuto al suo interno episodi di violenza.

Spaventosa rissa in carcere nel penitenziario Lee Correctional Institution del South Carolina. Nei terribili scontri, hanno perso la vita ben 7 detenuti. Almeno altri 17 prigionieri, invece, sono rimasti feriti nel corso della rissa in carcere. Le guardie hanno impiegato ore prima di poter prendere il controllo della struttura. Il conflitto è iniziato durante la serata. La prigione ospita al suo interno circa 1600 detenuti. È un carcere considerato tra i più violenti, infatti non è nuovo ad episodi di questo tipo.

Rissa in carcere South Carolina

Presso il carcere Lee Correctional Institution del South Carolina ha avuto luogo, nel corso della scorsa serata, una violentissima rissa. In quella che è stata quasi una battaglia, 7 detenuti hanno trovato la morte. Almeno altri 17, invece, sono rimasti feriti. Le guardie carcerarie hanno faticato parecchio a ristabilire l’ordine nella struttura. Sono state necessarie diverse ore.
Il carcere di massima sicurezza Lee Correctional Institution del South Carolina ospita circa 1600 prigionieri al suo interno.

È considerato uno dei penitenziari più pericolosi e violenti. Infatti, non è nuovo ad episodi di questo tipo.

Rissa in carcere Messico

Le maxi risse in carcere sono, purtroppo, frequenti soprattutto in Messico. Lo scorso 11 ottobre, c’è stata una violentissima rivolta al carcere di Cadereyta, situato nel Messico del nord. La struttura è stata messa a ferro e fuoco da un conflitto nato dalla rivalità delle gang criminali carcerate. Le guardie carcerarie e la polizia locale sono state costrette ad intervinire e ad utilizzare a loro volte le maniere forti, molto forti. Purtroppo il bilancio conta 13 morti tra i detenuti e 8 feriti. Queste cifre potrebbero aumentare nelle prossime ore. Il carcere di Cadereyta, situato nello stato di Nuevo Leòn in Messico, ha al suo interno delle gang carcerate rivali, che, appena riescono, colgono occasione per aggredirsi a vicenda. Gestire questa situazione non è facile, non sempre le guardie riescono a fermare tutto sul nascere. Il direttore del Centro de Información para la Seguridad del Estado (CISEC), Aldo Fasci ha confermato la grave notizia della rivolta.

Le forze dell’ordine messicane hanno spiegato di essere state costrette ad intervenire in seguito ai violenti scontri scoppiati tra gang rivali all’interno del penitenziario. “Alle cinque del pomeriggio, l’autorità giudiziaria ha dovuto usare la forza per evitare che venissero uccise delle guardie”, ha affermato Fasci durante una conferenza stampa. Purtroppo c’è da registrare anche un poliziotto ferito in modo grave. Tuttavia il bilancio poteva essere più drammatico, perché “abbiamo anche impedito l’omicidio di altri detenuti”, ha detto il direttore del CISEC. È stato specificato che tutte le vittime sono detenuti del carcere di Cadereyta.

A marzo 2017, proprio in quella prigione c’è stata una rivolta ancora più grande, che ha causato ben 45 morti tra guardie e detenuti. A gennaio, sempre a Cadereyta, altri scontri tra detenuti e polizia portò a 2 morti e 13 feriti.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche