Roberto Saviano replica alle accuse di plagio relative al suo ultimo libro
Roberto Saviano replica alle accuse di plagio relative al suo ultimo libro
Attualità

Roberto Saviano replica alle accuse di plagio relative al suo ultimo libro

Ha suscitato un duro e aspro dibattito all’interno dei social network la critica rivolta da Michael Moynihan, giornalista del The Daily Beast, un sito di informazione, al giornalista Roberto Saviano, accusato di plagiare, nei propri libri, riportando frasi o passaggi interi tratti da testi altrui, senza citare le fonti. La critica riguarderebbe l’ultimo libro intitolato ‘Zero zero zero‘ che Saviano dedicata al narcotraffico globale e pubblicato anche negli Usa.

Il giornalista, impegnato ormai da tempo nella lotta alle mafie, e autore del celebre libro ‘Gomorra’ che fece scalpore svelando segreti e retroscena del fenomeno camorrista, ha replicato alle accuse mirate a screditare la sua opera: ‘Quando non si può dire che ciò che racconto è falso – ha replicato Saviano – si dice che l’ho ripreso altrove. Ma il mio lavoro è esattamente questo: raccontare ciò che è accaduto, nel mio stile, nella mia interpretazione. Mi accusano di aver ripreso parole altrui: come se si potesse copiare la descrizione di un documentario.

Se la protagonista è donna, è madre, ha 19 anni, si chiama ” Little One” e ha un numero tatuato in faccia, non so quanti modi ci possano essere per raccontarlo’.

Nella propria articolata risposta, Roberto Saviano, ha citato spezzoni di frasi riportate nell’articolo del The Daily Beast, che vengono estrapolate da un contesto generale, omettendo altri passaggi inseriti dall’autore che lo scagionerebbero dall’accusa di plagio. Insomma una ricostruzione parziale, quella fornita da Michael Moynihan, volutamente artefatta per screditare la correttezza del lavoro svolto dal giornalista campano.

‘Conosco moltissimi giornalisti, tra cui i maggiori giornalisti sudamericani, che incontro periodicamente e con cui scambio ogni tipo di informazione: loro mi mandano i loro scritti e io mando a loro i miei perché condividere informazioni, e soprattutto analisi, è la cosa che tutti noi consideriamo più preziosa, perché le informazioni sono di dominio pubblico. Attenzione a questo passaggio: le informazioni sono di dominio pubblico e non appartengono a nessun giornale perché sono fatti.

Le analisi appartengono a chi le elabora e quelle vanno citate, sempre’.

Leggi anche