L'affermazione di Rocco Siffredi: "I problemi di erezione sono causati dalla depilazione femminile"
L’affermazione di Rocco Siffredi: “I problemi di erezione sono causati dalla depilazione femminile”
Gossip e TV

L’affermazione di Rocco Siffredi: “I problemi di erezione sono causati dalla depilazione femminile”

rocco siffredi

Rocco Siffredi, intervistato a La Zanzara di Radio24, ha affermato che gli attuali problemi di erezione sono causati dalla depilazione femminile

Un Rocco Siffredi davvero scatenato ha parlato della sua peculiare soluzione per gli uomini che hanno problemi di erezione. Lo ha fatto nel corso della trasmissione radiofonica La Zanzara di Radio 24.

“Ci sono tre milioni di persone con problemi di erezione in Italia. Il fatto è grave, ma io ho una soluzione. Sapete che sono in questo settore da molto tempo e so cosa vuol dire una mancata erezione. Bisogna fare una petizione: basta disboscare, dobbiamo tornare al pelo. L’eros, l’erotismo, la sensualità, la donna vera. Tutti gli uomini si fanno crescere la barba, le donne invece si sbarbano. Capite che c’è un problema? Rimboschiamo le donne perché questa è la vera sensualità. Datemi retta e tutto si raddrizza”

Di questa sua teoria, Rocco ne è convintissimo. Il re indiscusso del cinema osé, intervistato da Giuseppe Cruciani, ha insistito su questo punto. “Guardate che non è uno scherzo. Io sono sui set dalla mattina alla sera e vi posso dire che il disboscamento crea problemi di erezione piuttosto gravi.

Si è perso quel lato lì, il centro dell’universo. Prendete l’Amazzonia: senza quel polmone muore il pianeta. Guarda caso, a cosa somiglia l’Amazzonia? Non ci vuole molta fantasia. Come l’Amazzonia, anche la XXXX è il centro del mondo, l’abbiamo disboscata e adesso ci attacchiamo. E abbiamo dei problemi”.

Rocco Siffredi contro Asia Argento

Sempre nel corso di una recente puntata di La Zanzara, Rocco Siffredi aveva espresso il suo personale pensiero sulla faccenda relativa al caso Weinstein. In particolare si era rivolto ad Asia Argento, dicendo che non capisse come mai l’attrice ci avesse messo 20 anni per denunciare gli abusi subiti. “Fai la vittima, ma purtroppo funziona da mille anni che chi fa il cinema tradizionale è abituato a fare questo”. L’attore ha poi aggiunto: “Io ti potrei fare mille altri nomi di persone che hanno fatto casting osé per fare una parte in cui dovevano recitare. Mi fa schifo vedere atti di vittimismo dopo vent’anni”.

L’argomento, ovviamente, è estremamente delicato.

Ogni commento può essere interpretato come un’accusa, ma in questo caso sembra chiaro che Rocco Siffredi non sia d’accordo con la scelta di Asia Argento di farsi avanti dopo tutto questo tempo. Secondo Rosso Siffredi, evidentemente, il caso Harvey Weinstein non è un caso isolato. Stando alle sue dichiarazione, buona parte dell’industria cinematografica si regge su tali dinamiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche