Roma, abbattuto l’ecomostro di Selva Candida
Cronaca

Roma, abbattuto l’ecomostro di Selva Candida

E’ stato abbattuto oggi l’edificio ex Alitalia di via di Selva Candida. Alle 17 in punto, come stabilito dalle autorità, una carica di esplosivo ha fatto implodere l’ecomostro di cemento costruito nel 1989 e mai compl

etato.

Una folla di residenti ha assistito all’evento dalla collinetta adiacente, salutando con un applauso il crollo dell’edificio.

Numerose le autorità presenti, tra cui il Presidente del XIX Municipio Alfredo Milioni, il Presidente del Consiglio Municipale Massimo Mirandola, il Consigliere e Delegato alla Mobilità e alla Sicurezza Stradale Gianuario Marotta, il Consigliere e Delegato alla Protezione Civile del XIX Municipio Mauro Gallucci, il Presidente della Commissione Opere Pubbliche del Comune di Roma Onorevole Giovanni Quarzo, l’Assessore alle opere pubbliche Franco Gemelli, il Consigliere Angelo Delfino e il Direttore del Municipio Patrizia Bonanno.

Al termine dell’operazione le autorità hanno brindato all’abbattimento dell’ecomostro, al posto del quale sorgerà un moderno complesso residenziale composto da 300 appartamenti, un centro commerciale, un asilo nido e una scuola elementare.I lavori per questa nuova struttura avranno inizio entro la fine dell’anno e termineranno alla fine del 2014.

© Riproduzione riservata

2 Commenti su Roma, abbattuto l’ecomostro di Selva Candida

  1. Complimenti per l’articolo e soprattutto per la tempestivita’ con la quale e’ stata data la notizia. Voglio precisare comunque che il presidente del Consiglio Municipale si chiama Massimiliano Pirandola e che all’evento era presente anche il consigliere Sergio Urbano.

    Grazie
    Gianuario Marotta

  2. Sì effettivamente è stato abbattuto l’ex palazzo dell’Alitalia, ma a tutt’oggi a distanza di 9 mesi ancora non è stato effettuato un solo intervento di viabilità (come ci hanno assicurato dal Municipio XIX) per rendere più fluido il traffico ormai al collasso e questo prima di realizzare i vari centri commerciali e/o fantomatici servizi scolastici. Quindi non credo proprio che per il 2014 si termineranno i lavori. Aspettiamo, ormai ci siamo abituati.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche