Roma, auto presa in ostaggio da lavori in corso: la foto
Roma, auto presa in ostaggio da lavori in corso: la foto
Roma

Roma, auto presa in ostaggio da lavori in corso: la foto

Episodio negativo a Roma
Denuncia

A Roma un’auto è stata bloccata da lavori in corso che si stavano svolgendo proprio a ridosso del veicolo: se non altro sono durati poco. La foto è finita su Facebook, diventando virale.

L’episodio

Quello che è accaduto

A Roma un’auto, una FIAT 500 argentata, parcheggiata sul lato di una strada, è stata letteralmente presa in ostaggio da lavori in corso, che sono continuati nonostante l’impedimento. L’episodio è avvenuto il 29 settembre in via Giovanni Miani, quartiere di San Saba, alle spalle di Piramide, nel Municipio I. La scena è stata immortalata dal cittadino romano Daniele Cinà, che l’ha condivisa su Facebook commentando: “Come si fa a non amare questa città?”. La fotografia, talmente surreale da sembrare un fotomontaggio, è diventata virale nel giro di poche ore. Se non altro i lavori stradali sono terminati rapidamente, la canaletta che impediva all’auto di muoversi, riempita, e il luogo è stato messo in sicurezza.

I commenti social

Denunciato su Facebook

Su Facebook i commenti su quanto accaduto si sono sprecati: qualcuno si è chiesto con ironia se il proprietario della macchina, si sia accorto dell’accaduto, quando è tornato al veicolo, mentre altri sono stati più polemici. C’è chi ha osservato: “Sarebbe opportuno capire se la colpa è dell’automobilista che ha lasciato la macchina dove non poteva, o se non sono stati messi i cartelli di segnalazione nei tempi previsti dalla legge”; mentre tanti si chiedono se il veicolo potesse essere spostato senza l’aiuto del carro attrezzi – che in effetti non è stato chiamato, poi vedremo perchè -, dal luogo dove si trovava: in tal modo la vicenda sarebbe passata quasi inosservata e Roma, che ha già tanti problemi, avrebbe evitato una brutta figura.

In realtà i cartelli che avvisavano di non lasciare la propria auto in quel punto, c’erano, ma il proprietario ha o ignorato o dimenticato l’avvertenza, perciò gli addetti ai lavori sono andati avanti comunque.

Nessun sistema di rimozione nella Capitale

Mezzo di rimozione

Non è la prima volta che la Città Eterna deve fare i conti con la mancanza di un sistema di rimozione delle vetture. Fino al 2015 l’appalto era nelle mani del consorzio Clt, ma poi è arrivata la revoca e non c’è più stata nessun’altra assegnazione. La giunta Raggi ha proposto di affidare la responsabilità all’Atac, ma manca ancora di sapere quando esattamente il servizio potrà riprendere.

Dunque per ora non ci sono quasi per niente carri attrezzi – che di prassi vengono inviati dove necessario dopo una chiamata alla polizia locale: chiamata che ovviamente, nel caso dell’auto bloccata in via Miani, non c’è stata -. Dal dicembre 2015 ci si può avvalere di carri attrezzi privati, ma non certo sulle strade più strette.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche