×

Roma, frode per i permessi di soggiorno alle badanti

Documenti falsi, contratti di lavoro firmati da anziani datori passati a miglior vita da mesi ormai, e più di 200 permessi di soggiorni irregolari concessi, sotto lauto pagamento (dai 3 ai 5 mila euro), a stranieri che volevano vivere e lavorare in Italia.

Badanti e colf soprattutto, plagiati dalle estorsioni di un ex avvocato radiato dall’Albo e da altre 6 persone finite agli arresti, domiciliari e non. Gli intermediari e i complici di questa mega truffa sono però oltre 70, tra cui spicca un commercialista romano che, finora, ha solo una denuncia a suo carico.

Il covo dell’organizzazione che gestiva il traffico illecito di tutti i documenti necessari per entrare nella sanatoria del 2009 sull’Immigrazione (tra cui anche l’idoneità abitativa e la cessione di fabbricazione), erano due negozio di abbigliamento e accessori, uno al Prenestino e uno a Centocelle i cui proprietari, anche loro immigrati, percepivano una percentuale su ogni vittima dell’affare, dai 400 ai 1000 euro.

Il Gip Bartolomeo Callari e il Pm Giancarlo Amato hanno firmato le richieste di custodia e l’avvio di indagini supplementari sul ritrovamento anche di diplomi non intestati.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche