Roma, Ignazio Marino orgoglioso di ciò che ha fatto - Notizie.it
Roma, Ignazio Marino orgoglioso di ciò che ha fatto
News

Roma, Ignazio Marino orgoglioso di ciò che ha fatto

Ignazio Marino, ormai, non è più il sindaco di Roma. Il suo momento è finito, ed è finito nel peggiore dei modi, fra le polemiche, gli attacchi e gli scandali.

Lo scontrino gate, così l’hanno chiamato, quello che sembra sia stato taciuto da Marino nel colloquio con il commissario Dem Matteo Orfini, sebbene noto all’ex primo cittadino della capitale, è stato soltanto l’ultimo atto di un periodo nero. Dai funerali Casamonica, alle polemiche per lo stato del manto stradale per le vie di Roma, alle foto dell’immondizia che hanno fatto il giro del mondo. Le vacanze americane, il racconto delle minacce di morte, reso dallo stesso Marino, poi la polemica con il Vaticano. Senza dimenticare l’enorme bubbone scoppiato con l’inchiesta Mafia Capitale. E’ successo davvero di tutto, e solo qualcuno con le spalle larghissime avrebbe potuto restare al suo posto. Quanto meno, qualcuno che non si fosse trovato contro ogni forza politica, alleata o avversaria che fosse.

Lo hanno chiamato il marziano, e forse il fatto di non essere mai riuscito a sottrarsi a nessuno dei più recenti scandali ha fatto di Marino un politico anomalo, forse preparato e disposto a ben lavorare, non altrettanto esperto di quella cosa oscura e difficile che è la politica.

Nel fine settimana, però, Ignazio Marino ha scelto di passeggiare per quella che, fino a poche settimane fa, era la sua città, e ha avuto modo, in un momento come quello che sta attraversando, di rivendicare la bontà del proprio operato. “Sono molto orgoglioso di quello che ho fatto in questi due anni e mezzo“, avrebbe infatti dichiarato Marino, secondo quanto ha riportato l’agenzia Ansa, che lo ha ritratto come un uomo sereno e sorridente, che raccoglie comunque ancora il plauso di molti cittadini, accanto alle critiche feroci e agli insulti slogan.

Adesso Roma finirà nelle mani del commissario “milanese” Francesco Paolo Tronca, che dovrà soprattutto occuparsi dell’organizzazione e della gestione del Giubileo.

Poi verranno i giorni acidi della campagna elettorale, e lì si capirà che cosa Marino intende fare. Per ora non ci sono ipotesi realistiche, ma, fra le tante che si possono mettere in piedi in totale libertà e fantasia, potrebbe anche esserci quella di una ricandidatura con una lista indipendente, che di certo qualche punto percentuale lo andrebbe a raccogliere. Quanti non si sa, ma di sicuro, in un eventuale ballottaggio, anche i 2 e i 3 per cento possono essere decisivi.

1 Trackback & Pingback

  1. Roma, Ignazio Marino orgoglioso di ciò che ha fatto | Braincell

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche