×

Roma, morto l’avvocato Luca Petrucci: difese anche Marrazzo e vedova D’Antona

Lutto nel mondo dell'avvocatura romana: morto il penalista Luca Petrucci. Dalo scorso anno era stato eletto giudice della Corte d'Appello.

morto-luca-petrucci

Avvocato penalista di successo, Luca Petrucci, 62 anni, è morto a Roma lunedì 16 agosto. Tanti i processi mediatici degli ultimi 25 anni a cui prese parte come difensore. Dall’omicidio di Massimo D’Antona, al maxi procedimento “Mondo di Mezzo”.

Petrucci nel 2020 era stato eletto giudice della Corte d’Appello.

Lutto nell’avvocatura, morto Luca Petrucci: i casi più celebri

Fu uno dei penalisti più celebri del foro capitolino. A lui si riferirono grandi personalità del mondo della politica, cultura e società. Luca Petrucci, 62 anni, prese parte ai processi più rilevanti degli ultimi due decenni.

Tra i casi più celebri ricordiamo la difesa della moglie del giurista, Massimo D’Antona, assassinato dalle Brigate Rosse il 20 maggio 1999.

Nel 2009 fu avvocato dell’ex presidente del Lazio, Piero Marrazzo, quando venne processato dopo aver subito un ricatto da quattro Carabienieri in possesso di un video che dimostrava la relazione tra l’ex presidente e una donna transessuale.

Morto avvocato Luca Petrucci: gli incarichi fino all’arrivo in Corte d’Appello

Quello di Luca Petrucci non era un Curriculum che si fermava alle sole cause giudiziarie. Numerosi gli incarichi che gli furono affidati nel corso della sua carriera professionale.

Dal 1993 e per i due anni successivi, Petrucci fu consulente dell’assessore alle politiche finanziarie e di bilancio del Comune di Roma. Nel 2005 venne nominato presidente dell’Ater del Comune di Roma, carica che ricoprì fino al 6 ottobre 2010.

Qualche anno più avanti, e fino al 2016, fu membro della Commissione Nazionale Antidoping del Comitato Italiano Paralimpico. Compito che lo porto lo scorso anno, a febbraio del 2020, a diventare giudice della Corte di Appello Federale del pentathlon.

L’avvocato penalista, inoltre, fu anche docente di diritto penale presso l’Accademia della Pubblica Amministrazione.

Morto l’avvocato Luca Petrucci: le parole di cordoglio del presidente del Lazio

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, appena venuto a conoscenza della notizia della morte dell’avvocato romano, ha espresso immediato cordoglio nei confronti della famiglia. In una nota pubblica, Zingaretti ha affermato la propria vicinanza e ha colto l’occasione per raccontare il rapporto che lo teneva legato all’avvocato.

La morte di Luca Petrucci mi colpisce profondamente. Oggi per me è un giorno di grande dolore perché con Luca ero legato da un rapporto di amicizia e profonda stima. Lo avevo incontrato all’inizio dell’estate nella sede della Regione e sempre con grande voglia di fare mi aveva parlato di progetti e attività da portare avanti. Di lui ricorderemo sempre proprio questo, la grande passione civile unita a correttezza e alla professionalità con la quale svolgeva ogni giorno il suo lavoro“.

Contents.media
Ultima ora