Roma: non è stato stupro, ma un rapporto violento. - Notizie.it
Roma: non è stato stupro, ma un rapporto violento
Cronaca

Roma: non è stato stupro, ma un rapporto violento

ROMA – Quello che è successo alla 22enne turista australiana non è stato uno stupro, ma un rapporto sessuale consensuale, sebbene particolarmente violento, con un barista tunisino di 22 anni. La ragazza, che all’alba di mercoledì era stata trovata nei pressi del mercato di via Milazzo, vicino la Stazione Termini, era stata subito trasportata al Policlinico Umberto I a causa della copiosa perdita di sangue. Lì è stata operata d’urgenza: lo stesso direttore del Dea dell’ospedale romano, Claudio Modini, era propenso all’ipotesi dello stupro, anche perché la ragazza aveva detto ai primi soccorritori di essere stata violentata da più uomini.

Ieri sembrava chiaro che si trattasse di una violenza sessuale, oggi, invece, dopo essersi ripresa, la giovane ha raccontato una storia diversa: lei e le sue amiche avevano conosciuto il ragazzo martedì sera, con il quale la 22enne aveva poi passato la notte a bere numerosi alcolici. In seguito si sarebbero “appartati” per fare sesso su un tavolino di una pizzeria di via di Villafranca, in maniera così violenta che l’australiana ha iniziato a perdere sangue dalle parti intime.

Il giovane avrebbe cercato di aiutarla, ma la ragazza è fuggita terrorizzata, vagando in stato confusionale per le strade in prossimità della stazione, per poi accasciarsi nel punto in cui è stata trovata, a 300 metri dal luogo del rapporto.

La versione della ragazza sarebbe stata confermata anche dalle immagini di una telecamera, che avrebbe filmato i due giovani mentre facevano sesso e dello shock dell’australiana nel vedere l’ingente perdita di sangue.

Anche la versione del tunisino è coerente con quella della ragazza e su di lui non è stato emesso nessun provvedimento restrittivo, benché gli inquirenti non escludano che possa venirgli contestato il reato di lesioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche