×

Roma, rivolta di Tor Bella Monaca contro Alemanno

Gli abitanti di Tor Bella Monaca si rivoltano contro il sindaco Alemanno. E’ accaduto mercoledì quando il primo cittadino è intervenuto all’università di Tor Vergata per presentare il piano per la ricostruzione del quartiere ed è stato accolto dagli insulti dei cittadini.

Alemanno è stato scortato dentro l’auditorium e ha illustrato il progetto insieme al presidente della Regione Lazio Renata Polverini, agli assessori ai lavori pubblici Ghera e Corsini, al presidente dell’VIII municipio Massimiliano Lorenzotti e all’architetto Leon Krier. La sala era piena di cittadini a dir poco arrabbiati, mentre le forze dell’ordine faticavano a tenere chiuse le porte.

All’inizio del dibattito con i residenti sono partiti gli insulti e i cori contro il Sindaco. I cittadini hanno chiesto risposte sui canoni di affitto e le modalità di abbattimento delle torri e Alemanno è apparso rassicurante: “Il progetto è finalizzato a dare agli abitanti di Tor Bella Monaca una vita e una unità abitativa a dimensione umana.

Nessuno perderà la propria casa, prima costruiremo le nuove abitazioni e poi daremo il via alle demolizioni. Questa è anche un’operazione di carattere sociale.”

La ricostruzione di Tor Bella Monaca avrà un costo di circa 1045 miliardi di euro con la creazione di 2500 posti di lavoro nei cinque anni previsti per la realizzazione. Le torri verranno abbattute in favore di palazzi di quattro piani con un nuovo piano di trasporto pubblico in vista anche della nuova lina C della metropolitana. Il percorso di abbattimento e ricostruzione del quartiere vedrà comunque il coinvolgimento dei residenti che potranno esprimere le loro proposte in un ufficio appositamente creato per l’occasione.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche