×

Roma: sabato 26 febbraio manifestazione contro la guerra tra Russia e Ucraina

La manifestazione contro la guerra Russia Ucraina si svolgerà a Roma - sabato 26 febbraio 2022 alle ore 10:30 - in Piazza Santi Apostoli

Manifestazione contro la guerra Russia Ucraina

La Rete Italiana Pace e Disarmo ha promosso lo svolgimento di una manifestazione contro l’attacco militare della Russia in Ucraina.

Manifestazione a Roma contro la guerra Russia Ucraina: quando, dove e perché

La manifestazione – come si legge nel comunicato della Rete Italiana Pace e Disarmo – si terrà sabato 26 febbraio 2022 alle ore 10:30 a Roma in Piazza Santi Apostoli.

Inoltre, la Rete Italiana Pace e Disarmo ha indicato che tale iniziativa di mobilitazione è stata concepita come modo per condannare l’azione russa, per esprimere solidarietà alle popolazioni coinvolte, per chiedere la cessazione immediata delle ostilità e per sostenere gli sforzi della società civile pacifista in Ucraina e in Russia.

Manifestazione a Roma contro la guerra Russia Ucraina: chiamata alla mobilitazione

La Rete Italiana Pace e Disarmo ha chiesto – tramite il suo comunicato – alle proprie organizzazioni, ai loro aderenti ed ai loro sostenitori di partecipare in maniera attiva alla manifestazione prevista a Roma, di prendere parte alle iniziative di mobilitazione previste nei prossimi giorni nelle varie città d’Italia e di dare impulso a nuove manifestazioni.

Manifestazione a Roma contro la guerra Russia Ucraina: chi ha aderito

Alla manifestazione hanno aderito – tra le molteplici realtà ed associazioni – le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani (ACLI), l’Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani (AGESCI), l’Associazione Ricreativa Culturale Italiana (ARCI), la Rete degli Studenti Medi, l’Unione degli Studenti, l’Unione degli Universitari, la Federazione Impiegati Operai Metallurgici della Confederazione Generale Italiana del Lavoro (FIOM-CGIL), la Confederazione Generale Italiana del Lavoro (CGIL), Emergency, Legambiente, Link Coordinamento Universitario e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI).

Contents.media
Ultima ora