×

Roma, si suicida a 13 anni: si è impiccata nella sua cameretta, era vittima di bullismo

Roma, si suicida a 13 anni: si è impiccata nella sua cameretta, era vittima di bullismo. La madre della ragazzina non ha dubbi: "Esclusa dalle amiche"

Forse il bullismo dietro il suicidio di una 13enne

A Roma si suicida una ragazzina di 13 anni: si è impiccata nella sua cameretta e sua madre dice che era vittima di bullismo. La tragedia si è consumata nel quartiere di Torpignattara domenica 6 giugno. Secondo quanto riportato dai media la 13enne ha usato un cavo elettrico per mettere fine alla sua vita; dopo averlo reciso con un taglierino lo ha fissato ad un mensola e ha messo in atto io suo orribile proposito.

Si suicida a 13 anni: la madre non ha dubbi: “Era vittima di bullismo”

E la madre della ragazzina pare non avere dubbi: alla stampa ha dichiarato senza mezzi termini che “le sue migliori amiche l’avevano esclusa e bullizzata dopo che aveva discusso con una di loro, per un malinteso, mia figlia era stata isolata. La prendevano in giro, l’avevano messa nel mirino. Per questo ho insistito tanto perché cambiasse sezione a scuola, ma quelle ragazzine non la lasciavano in pace e nei giorni scorsi si erano rifatte sotto”.

Insomma, dietro quel suicidio potrebbe esserci una storia di esclusione e di soprusi sottili. La gamma dei motivi di innesco per gesti estremi fra adolescenti è purtroppo vastissima e gli inquirenti dovranno far luce su questo specifico e terribile caso.

Roma, si suicida a 13 anni: la pista del bullismo e l’analisi di account social e pc

La ragazzina era un’assidua frequentatrice del social Tik Tok e i carabinieri della Compagnia Casilina, che hanno preso in carico operativo l’indagine sul suicidio, stanno setacciando il suo account assieme ai diari, ai post it e ad alcuni disegni opera della vittima.

Anche il pc della 13enne è stato posto sotto sequestro dal magistrato di torno a Piazzale Clodio, che ha disposto alcuni accertamenti tecnici irripetibili. E sotto le foto che ritraggono lei che abbraccia la figlia la madre ha scritto: “Perdona tutto il male ricevuto e che la terra ti sia lieve”, come a sottintendere una causa precisa che potrebbe aver generato quel tremendo effetto.

Roma, si suicida a 13 anni nella sua cameretta, il bullismo e il lockdown

Stando a quanto riportato dai media la 13enne, specie durante il lockdown, si era progressivamente chiusa in se stessa e pare – qui l’informazione ha fonte secondaria e va presa come non confermata – che fosse seguita a livello medico dopo una segnalazione della scuola alla Procura dei minori. In passato infatti la giovane si sarebbe resa protagonista di atteggiamenti autolesionisti. Gli investigatori stanno cercando anche qualche eventuale messaggio o confidenza ad amici residui sulle cause di quel tremendo gesto.

Contents.media
Ultima ora