×

Roma – Stekelenburg: un “Beautifull” ai titoli di coda

default featured image 3 1200x900 768x576

roma stekelenburg
La Roma e Marteen Stekelenburg: una stroia d’amore che sembra stia nascendo anche ufficialmente.

Ebbene si, finalmente ci siamo. Entrambe le parti hanno detto si: la Roma lo aveva detto da un pezzo, il portiere olandese idem, mancava l’Ajax a far da Don Abbondio ad un matrimonio che sarebbe stato inevitabile. Le voci delle ultime ore sembrano delineare una trattativa che finalmente si chiuderà nelle prossime ore ufficialmente, mettendo fine a questa telenovela infinita dove ha visto per protagoniste due parti forti e ferme sulle proprie decisioni, ma che alla fine hanno trovato l’accordo che soddisfa entrambe le parti.

Spesso si diche che quando sono troppi i galli a cantare giorno non si fa mai, ma stavolta invece è il contrario.
Non sono mai stato così vicino a un nuova squadra. La palla sta in Italia“. Così Stekelenburg, dal sito dell’Ajax, dichiara di essere stato cercato in passato da diverse squadre, “ma non c’era nessun club dove volevo andare“. Le cose però sono andate in maniera differente da quando il direttore sportivo della Roma, Walter Sabatini, ha deciso di puntare forte su di lui per difendere i pali della nuova Roma di Luis Enrique.

Anche la dirigenza dell’Ajax in queste ore ha preso una ferma presa di posizione, facendo pendere l’ago della bilancia proprio a favore della Roma, e lo fa attraverso le parole di Danny Blind, direttore sportivo dei ‘lancieri’ al sito del ‘De Telegraaf’: “Chiaramente abbiamo visto che Maarten vuole liberarsi. E’ un grande portiere. D’altra parte, noi gli diamo la possibilità di trasferirsi altrove ma vogliamo il prezzo giusto anche se il contratto scade a giugno 2012.

E questo è più di cinque milioni. Gli italiani si stanno muovendo e l’Ajax aspetta la Roma“.
Anche i tifosi aspettano di veder chiarita finalmente questa situazione poco piacevole: per anni hanno condiviso patemi d’animo ogni volta che gli avversari attaccavano, ma stavolta tutte le strade portano proprio all’attutire una volta per tutte situazioni poco piacevoli. Con un Doni in Inghilterra, un Julio Sergio in partenza per le coste salentine (Lecce), e un semaforo rosso per Kameni, l’arrivo di Stekelenburg è davvero molto vicino, se non imminente.

Contents.media
Ultima ora