×

Roma, va in coma dopo uno schiaffo, dopo un anno muore: arrestato l’aggressore

Giancarlo Masala fu trovato nel 2020 a terra fuori casa sua e trasportato in ospedale per una grave emorragia cerebrale.

Roma, muore dopo un anno di coma per uno schiaffo: arrestato l'aggressore

Lo scorso 5 ottobre 2020 Giancarlo Masala fu trovato riverso a terra fuori alla sua abitazione e trasportato con urgenza in ospedale per una grave emorragia cerebrale. L’uomo era stato colpito al volto con uno schiaffo. Disgraziatamente, è morto dopo un anno di coma.

Roma, muore dopo un anno di coma per un schiaffo: preso l’aggressore 

Tuttavia, sembra che giustizia sia stata fatta: infatti, il presunto aggressore è stato arrestato per omicidio preterintenzionale.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma-Montesacro, nel campo di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’aggressore: si tratta di un ventinovenne ritenuto indiziato dell’omicidio preterintenzionale di Giancarlo Masala.

Roma, muore dopo un anno di coma per un schiaffo: l’aggressore è un appassionato di pugilato

Stando a ciò che è stato finora ricostruito, il 29enne, che è un grande appassionato di pugilato, avrebbe colpito con uno schiaffo Giancarlo durante una lite avvenuta in zona la Rustica, lo scorso 5 ottobre 2020.

Masala, ricoverato per una grave emorragia cerebrale, è rimasto in coma per un lungo anno, fino a quando il suo cuore ha smesso di battere, lo scorso 17 ottobre 2021.

Roma, muore dopo un anno di coma per un schiaffo: incerte le cause del litigio prima dello schiaffo

Tuttavia, ciò che ancora non è stato ben compreso sono le cause della discussione che ha poi portato l’aggressore allo schiaffo. L’unica certezza è che i due, abitando nella stessa zona, si conoscevano. 

Contents.media
Ultima ora