Rose Mc Gowan: l'attrice di streghe in manette per possesso di droga
Rose Mc Gowan: l’attrice di streghe in manette per possesso di droga
Lifestyle

Rose Mc Gowan: l’attrice di streghe in manette per possesso di droga

Rose Mc Gowan

Rose Mc Gowan: guai con la giustizia per la bellissima Strega. L'attrice si è presentata alle forze dell'ordine in seguito ad un mandato di cattura

Rose Mc Gowan: guai con la giustizia per la bellissima Strega. L’attrice si è presentata alle forze dell’ordine in seguito ad un mandato di cattura emesso in Virginia. Rose è stata una delle prime attrici insieme ad Asia Argento a puntare il dito contro Harvey Weinstein e a far scoppiare lo scandalo. Che dietro alle accuse ci sia un tentativo di metterla a tacere? L’attrice ne è sicura e twitta polemica: la droga è solo una scusa.

Rose Mc Gowan, l’arresto

La protagonista di Grindhouse è stata tratta in arresto dalle autorità ieri. Le accuse contestate all’attrice risalirebbero ad oltre un anno fa. Sembrerebbe infatti che il 20 gennaio scorso, l’attrice abbia dimenticato il portafoglio all’aeroporto internazionale Washington-Dulles. Al suo interno, la polizia ha rinvenuto due bustine di cocaina e della marijuana. Non sorprendono le misure prese nei confronti dell’attrice, trattandosi di sostanze illegali. Sembra curioso però che il fermo non sia scattato subito ma a distanza di mesi.

La risposta

Le accuse per Rose Mc Gowan sono scattate proprio in concomitanza con la campagna anti-Weinstein che l’attrice insieme a molte altre sta conducendo.

Dopo essersi presentata nella contea di Loudon, Virginia, l’attrice ha versato una cauzione di 5000 dollari e tuona su Twitter. L’ex strega ha subito espresso la sua indignazione sui social: ” Che montagna di m***a”, dichiara senza peli sulla lingua. Il tentativo di incriminazione secondo l’attrice è un atto intimidatorio programmato proprio per metterla a tacere. A quanto pare, la sua campagna contro le molestie e gli abusi nello star system non è stata facilmente digerita.

Il caso Weinstein

Sicuramente, tra le più grandi accusatrici del super produttore hollywoodiano possiamo inserire proprio la bella Rose. La sua campagna che invita le donne a denunciare le molestie e le violenze subite sta diventando un fenomeno mediatico travolgente. Sia il suo canale Twitter, sia quello della collega Asia Argento sono due dei più attivi nella lotta ed entrambe si sono scagliate violentemente contro Fausto Brizzi. L’attrice è stata tra le prime a denunciare l’aggressione sessuale subita vent’anni fa. Proprio per il suo attivismo e le sue denunce pare che non stia ricevendo solo stima e solidarieta. Se da una parte il popolo femminile di Hollywood si ribella e vede in donne come Rose ed Asia degli esempi da seguire, certo i complici delle violenze non apprezzano le donne che alzano la voce.

Rose Mc Gowan

Una vita difficile

Nonostante sia stata baciata dal successo, la vita di Rose è stata segnata da un’adolescenza difficile. Le molestie del caso Weinstein hanno risvegliato per l’attrice ricordi sepolti delle violenze subite da giovane. La ragazza è stata allontanata prima da una comunità e ha vissuto una vita da vagabonda, prima di conoscere il successo. I fan sono sicuri che anche questa nuova difficoltà non piega il forte spirito di Rose che continua, senza fermarsi a combattere la sua battaglia social per rompere il silenzio sulla violenza.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche