×

Rugby: dal Pnrr 4,8 mln per il campo di Cernusco sul Naviglio

default featured image 3 1200x900 768x576

Roma, 17 ago. – (Adnkronos) – Il Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio ha pubblicato ieri l’elenco delle progettualità identificate per accedere al finanziamento Cluster 3 del piano nazionale di ripresa e resilienza, dedicato alle infrastrutture per lo sport e l’inclusione sociale e finanziato dall’Unione Europea per un totale di 38.700.000 euro da destinare allo sviluppo o alla riqualificazione di impianti sportivi.

Tra le dieci progettualità selezionate dal Dipartimento tra quelle presentate e sostenute dalle Federazioni Sportive Nazionali anche quella relativa al Centro Sportivo di Via Buonarroti di Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, che prevede lo sviluppo di una struttura senza barriere architettoniche e ad elevata efficienza energetica, comprensiva di un campo sintetico regolamentare ed un campo sintetico secondario per gli allenamenti, l’attività di minirugby e polivalente, spogliatoi, spazi magazzino e palestra, una club house e terrazza-tribuna.

Lo stanziamento complessivo assegnato dal Pnrr per la realizzazione dell’impianto dell’hinterland milanese è di 4.850.000 euro, il più consistente tra le dieci progettualità approvate. “Lo sviluppo di impianti nuovi, sostenibili e specifici per la pratica del nostro sport è stato da subito una priorità per il Consiglio Federale. Mettere i nostri Club nella condizione di crescere e prosperare in contesti adeguati è una delle condizioni da cui non possiamo prescindere per rendere davvero il rugby uno sport nazionale, una volontà che aveva già trovato espressione concreta con l’approvazione del Centro Federale di Palermo-Malvagno.

Siamo felici per il Comune di Cernusco e per i nostri Club del territorio che potranno contare su una nuova, splendida casa in cui crescere e per aver da subito sostenuto, sulla base di solide analisi progettuali, la proposta che ha dimostrato di possedere i migliori requisiti tra tutte quelle approvate dal Dipartimento” ha detto il Presidente federale, Marzio Innocenti.

Contents.media
Ultima ora