Russare: come prevenirlo con il succo fatto in casa
Russare: come prevenirlo con il succo fatto in casa
Curiosità

Russare: come prevenirlo con il succo fatto in casa

Russare: come prevenirlo con il succo fatto in casa
Russare: come prevenirlo con il succo fatto in casa

Russare: un problema per chi ne soffre e per coloro coi quali si condividono gli spazi notturni. Ma ecco un rimedio che può donare sollievo e tregua.

Russare è un problema che affligge molte persone. E’ originato dalla vibrazione della mucosa delle prime vie respiratorie e dal conseguente suono. A volte, si può solo trattare di un rumore accennato ma, in altri casi, può anche raggiungere livelli di volumi molto alti, creando disturbo. Notti insonni, sonnolenza diurna, irritabilità, problemi di concentrazione e diminuzione della libido sono solo alcune delle possibili conseguenze. Si incomincia a russare durante le fasi più profonde del sonno. Tra le cause principali ci può essere il sovrappeso, il consumo di alcool o, più semplicemente, le vie respiratorie chiuse. Il catarro in eccesso in gola o nel naso, infatti, è una delle cause più frequenti. Ma c’è un rimedio che può portare sollievo. Ecco come agisce quello che vi stiamo per proporre. Si tratta di un succo da bere, con regolarità, ogni giorno e per il tempo che necessita a far scomparire il problema.

Quello che serve

    • 2 mele
    • 2 carote
    • 1/4 limone
    • 1 radice fresca di zenzero

Il succo di limone, esssendo ricco di vitamina C, aiuta a sciogliere i liquidi nel naso e, quindi, a liberare le narici.

Lo zenzero, invece, contribuisce a dare sollievo. Mele e carote garantiscono una buona qualità del sonno.

Come preparare il succo

Mescolate assieme tutti gli ingredienti all’interno di un frullatore e bevete il succo, così ottenuto, alcune ore prima di coricarvi. Ovviamente, se continuate ad avere difficoltà respiratorie o a dormire, è opportuno consultare un medico.

Russare: un problema molto diffuso

Il russamento colpisce 1 persona su 4. A 30 anni, gli uomini che russano sono circa il 20% contro il 10% delle donne. Dopo i 60 anni, la percentuale aumenta vertiginosamente coinvolgendo circa il 60% degli uomini e il 40% delle donne. Il russare, quindi, peggiorerà nel corso del tempo, se il disturbo non viene preso in considerazione. Le vibrazioni possono, infatti, danneggiare i vasi sanguigni che alimentano i muscoli della testa e del collo. Negli anni, questi stessi muscoli si indeboliranno diventando meno capaci di mantenere aperte le vie aeree.

Pochi sono consapevoli che russare può essere anche un fattore di rischio per patologie piuttosto serie. Vari studi scientifici, infatti, hanno confermato che il rischio d’infarto in un russatore è più alto. Così come il rischio di ictus. E altri ancora hanno collegato il russamento con possibili patologie cerebrali.Il russamento può essere anche sintomo di un problema molto più grave. Si tratta della sindrome della apnea ostruttiva del sonno. Questa patologia si manifesta attraverso diverse interruzioni della respirazione. Le ostruzioni possono durare anche più di 10 secondi ciascuna. Le cause sono il restringimento o il collasso delle vie aeree superiori. La quantità di ossigeno nel sangue, perciò, aumenta e il cuore è costretto a lavorare più intensamente. Il ciclo del sonno risulta alterato e il paziente si sente poco riposato, nonostante trascorra un tempo per lui sufficiente a letto. Chi soffre di apnea può avere addirittura da 30 a 300 episodi simili per notte.

Cambiare stile di vita potrebbe essere il primo (e forse l’unico) passo da compiere per risolvere il problema del russamento e delle apnee notturne.

Perdere peso, se necessario; evitare il consumo alcolici, soprattutto prima di coricarsi; smettere di fumare; praticare regolarmente esercizio fisico regolarmente; seguire un ritmo sonno-veglia regolare; dormire sdraiati su un fianco; usare un cuscino più alto.

Se cercato un rimedio comodo e veloce per porre rimedio a questo disturbo, vi suggeriamo il bite dentale della OzDenta automodellante, che rilassa i muscoli della mascella, allevia il russare, dolori dei muscoli facciali, dolori del collo e articolari e può essere utilizzato anche per lo sbiancamento dei denti.

La confezione contiene due dispositivi, ognuno dei quali ha una durata pari a 24 mesi se usato quotidianamente e presenta un prezzo molto vantaggioso. Approfittatene!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche