×

Russia, lanciato un satellite militare: cos’è e a cosa serve

Il lancio del satellite militare della Russia è avvenuto nel primo pomeriggio di oggi, giovedì 7 aprile.

Razzo russo

Oggi, 7 aprile 2022, alle 14:20, un satellite militare è stato lanciato dalla Russia attraverso l’utilizzo di un razzo. A diffondere la notizia è stata l’agenzia di stampa Interfax dopo che il ministro della Difesa ha annunciato tale operazione.

La Russia lancia in orbita un satellite militare

Il razzo lanciato in orbita è un Soyuz-2.1b di medie dimensioni. Il missile è partito dalla rampa di lancio n. 43 presso il sito di lancio n. 3 del cosmodromo sperimentale statale del ministero della Difesa russo. Nel Soyuz-2-1b è presente un satellite militare del già citato ministero.

A cosa serve il satellite militare?

L’idea del lancio di un razzo russo, soprattutto in periodi di guerra, potrebbe far paura a molti.

Va specificato che il razzo non ha scopi offensivi nè si tratta di un’arma di distruzione di massa. Il governo e l’esercito russo sfruttano il potenziale di tale satellite per svolgere attività di “intelligence elettronica dallo spazio per le forze armate russe“.

Anche la Cina lancia un razzo, ma ha obiettivi diversi

Oltre alla Russia, anche la Cina ha lanciato in orbita un razzo Long March-4C alle 7:47 di oggi, 7 aprile 2022.

La missione della Cina è quella di prevenire e mitigare i disastri marini, monitorare in maniera dinamica l’ambiente marino, la ricerca marina, la protezione ambientale, la tutela delle acque, l’agricoltura e la meteorologia.

Contents.media
Ultima ora