> > Russia, influencer in crisi per il blocco di Instagram

Russia, influencer in crisi per il blocco di Instagram

Instagram

Il blocco di Instagram fa disperare le influencer di tutta la Russia. Ai pianti delle imprenditrici digitali, molti utenti social rispondono indignati.

Il blocco di Instagram in Russia manda in crisi le influencer.

Molte aziende, dall’inizio del conflitto hanno bloccato tutti i loro servizi nel Paese che ha invaso l’Ucraina. Tra queste società anche il gruppo social Meta, di cui fanno parte Facebook e Instagram.

Il blocco di Instagram in Russia manda in crisi le influencer

L’isolamento della Russia continua e la guerra si combatte anche attraverso i social. A farne le spese sono i cittadini comuni e, nel caso delle piattaforme di creazione di contenuti, le influencer.

Questa categoria di imprenditrici digitali hanno subito un grosso danno economico. Per chi utilizza social come Instagram, la condivisione di contenuti e il numero di seguaci è il loro pane quotidiano e fonte di guadagno. Con il blocco di Meta in Russia, le influencer si sono improvvisamente trovate senza lavoro.

Tra disperazione e indignazione

Il loro è un grido disperato. Sono molti i video che circolano in rete di giovani ragazze che hanno fatto di Instagram una ragione di vita oltre che di guadagno.

Su quel social hanno amici, contatti di lavoro e rappresentano per loro una sfida vinta. Il Messaggero ha riportato le parole di un’influencer russa, che ha detto: “Se pensate che Instagram sia solo una fonte di guadagno vi sbagliate. Instagram è tutta la mia vita, la mia anima. Mi addormento e mi sveglio ogni giorno da 5 anni“. Molti utenti non hanno preso bene questa rezione delle influencer russe e si dicono indignati perchè queste, invece di pensare alle sofferenze del popolo ucraino e alla guerra in corso, si proeccupano di cose futili come non poter più utilizzare i social network per monetizzare i proprio contenuti.