×

Russia, rissa in un supermercato di Mosca: l’effetto delle sanzioni

Con il blocco delle esportazioni di zucchero in Russia, a Mosca scatta una rissa in un supermercato per acquistare gli ultimi pacchi rimasti.

Rissa supermercato Mosca

L’esasperazione dei cittadini di Mosca è arrivata a dei livelli estremi. In un supermercato della capitale della Russia c‘è stata una rissa per accaparrarsi l’ultimo pacco di zucchero. Le sanzioni e la guerra, oltre ad avere conseguenze economiche, hanno anche conseguenze sociali.

Russia, a Mosca scatta una rissa in un supermercato

Il video della rissa è stato postato su Twitter da Liubov Tsybulska, fondatrice del centro per le comunicazioni strategiche e la sicurezza delle informazioni ucraino. Nella descrizione del filmato vi è anche un avvertimento da parte di Tsybulska, ossia: “Cari cittadini russi, questo è solo l’inizio“. Sicuramente queste parole non vogliono essere una minaccia nei confronti del popolo russo, che non ha colpe, ma solo mostrare cosa significa sostenere la guerra e gli effetti che può avere sulle persone comuni.

La decisone del governo sulle esportazioni

Questa corsa allo zucchero è figlia delle sanzioni imposte dai Paesi Occidentali. Il crollo dell’economia russa ha infatti costretto il governo di Mosca a bloccare le esportazioni di zucchero bianco e grezzo fino al 31 agosto e del grano, segale, orzo e mais fino al 30 giugno.

Oltre allo zucchero vi è anche la corsa all’hamburger

Non è la prima volta che in Russia si assiste ad una scene del genere. Dopo la chiusura degli oltre 800 punti vendita del fast food McDonald’s, le persone sono corse a fare scorte di hamburger sia per mangiarli, sia per rivenderli a prezzi folli su siti internet paragonabili ad eBay.

Contents.media
Ultima ora