×

Russia, Shoigu riappare dopo 13 giorni: cosa è successo al ministro della Difesa del Cremlino?

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu è ricomparso dopo tredici giorni di assenza: cosa è successo al politico fedelissimo di Putin?

shoigu

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu è ricomparso dopo tredici giorni di assenza: cosa è successo al politico fedelissimo di Putin?

Russia, Shoigu riappare dopo 13 giorni: cosa è successo al ministro della Difesa del Cremlino?

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu ha fatto la sua ricomparsa dopo tredici giorni di silenzio, comparendo in uno dei riquatri presenti sulla schermata del Consiglio di sicurezza aperta sul computer della scrivania del presidente Vladimir Putin.

I pochi fotogrammi, quindi, hanno messo a tacere le indiscrezioni circa una ipotetica uscita di scena del ministro dato il suo ruolo di spicco nella promozione della (fallimentare) guerra contro l’Ucraina.

Nel corso degli anni, Sergei Shoigu è diventato uno degli uomini chiave del Cremlino soprattutto in considerazione dei successi militari riscossi in Crimea e in Siria. Per questo motivo, nonostante un “curriculum anomalo”, l’attuale ministro della Difesa in carica dal 2012 è una delle figure più stimate e ascoltate dal Cremlino.

A partire dagli anni ’90 del secolo scorso, Shoigu – oggi 66enne – è stato ministro per le Situazioni di emergenza, facendosi apprezzare per le sue doti da “risolutore di problemi” e per il suo carattere estremamente deciso.

Originario di Tuva, l’attuale ministro della Difesa si è laureato in ingegneria e non ha mai prestato servizio militarenonostante, sin dall’incarico come ministro per le Situazioni di emergenza, abbia sempre indossato una divisa. Nel momento in cui è passato al Ministero della Difesa, Sergei Shoigu ha imposto anche agli ufficiali dello Stato maggiore di indossare la divisa, reintroducendo l’uniforme sovietica del 1945.

Inoltre, si è fatto promotore di una rivoluzione hi tech della difesa, creando il comando per le operazioni cyber e riunendo forze dello spazio e aeronautica nelle forze aerospaziali. Al secondo decennio del nuovo millennio, invece, risalgono le sue più importanti vittorie militari.

Analisti russi contro l’impreparazione militare del ministro della Difesa

A proposito della totale mancanza di un addestramento militare appropriato di Sergei Shoigu, si sono espressi Andrei Sodatov e Irina Borodan, due analisti russi specializzati nei servizi di intelligence.

Gli analisti, nello specifico, hanno scritto su Foreign Affairs quanto segue: “Sin dall’inizio, questa campagna è stata definita come una proiezione di potenza militare vecchia maniera. Assegnando ai militari un tale ruolo decisivo, Putin ha consolidato un clamoroso cambiamento avvenuto nella gerarchia di sicurezza nell’ultimo anno: se all’inizio della sua leadership, l’esercito non era coinvolto nella definizione delle politiche ed era subordinato ai servizi, negli anni recenti, le Forze armate hanno assunto rinnovata importanza non solo nelle relazioni con i Paesi vicini ma anche nella definizione stessa delle politiche”.

Perché Shoigu è scomparso per giorni? La risposta del Ministero della difesa russo

Intanto, in merito alla ricomparsa del ministro della Difesa russa, è possibile osservare che Shoigu aveva fatto la sua ultima comparsa nella giornata di venerdì 11 marzo. In questa data, aveva avuto un colloquio telefonico con il suo omologo turco, Hulusi Akar. Subito dopo, aveva raggiunto l’ospedale militare centrale Mandryka di Mosca per consegnare onorificenze ai soldati russi che “si sono distinti nell’operazione militare speciale”.

Secondo il sito del Cremlino, poi, il ministro avrebbe preso parte a un incontro del Consiglio di sicurezza presieduto dal presidente Putin venerdì 18 marzo ma non è stata rilasciata alcuna immagine relativa al vertice. Nella serata del 18 marzo, tuttavia, vennero diffuse delle foto in cui Shoigu conferiva onorificenze ai soldati. Pervyi Kanal, allora, ha sottolineato che gli scatti erano identici a quelli mostrati l’11 marzo.

Infine, ai giornalisti di Angentstvo che mercoledì 23 marzo hanno chiesto al Ministero della Difesa per quale motivo Sergei Shoigu non stesse più apparendo in pubblico, è stato riferito che il motivo dell’assenza è stato dovuto a “problemi di cuore”.

Contents.media
Ultima ora