×

Ryanair implementa l’aeroporto di Bergamo con 25 nuove rotte

Ryanair punta tutto sull'aeroporto di Orio al Serio, in provincia di Bergamo. Al momento si parla di 25 nuove rotte, che presto diventeranno 300.

Ryanair

L’aeroporto di Orio al Serio in provincia di Bergamo rappresenta la base storica di Ryanair in Italia. Adesso compie un nuovo salto di qualità all’interno del network della compagnia aerea irlandese, leader in Europa nel settore dei voli low cost. In un incontro pubblico tenutosi ieri a Orio dalla compagnia di Dublino rappresentata da David O’Brien, è stata annunciata l’introduzione dei voli in coincidenza dallo scalo bergamasco. Bergamo-Orio al Serio è il terzo aeroporto d’Italia per volume di passeggeri in transito dopo Fiumicino e Malpensa. È inoltre il primo per indice di puntualità nella categoria aeroportuale.

Dal prossimo 3 luglio i passeggeri della compagnia Ryanair potranno navigare sul sito ryanair.com e prenotare i voli in coincidenza su un numero iniziale di 25 rotte.

In previsione questo numero sarà poi esteso a 300 nuove rotte in coincidenza via Bergamo. Potranno inoltre viaggiare su voli in coincidenza da e per numerose località europee. Dal sito si potrà accedere al proprio volo in coincidenza transitando dall’area “airside” dell’aeroporto, in sostanza senza dover rifare i controlli di sicurezza. Si potrà anche procedere all’imbarco del proprio bagaglio e ritirarlo una volta giunti a destinazione. Il bagaglio imbarcato sarà trasferito in automatico sul volo in coincidenza. Il risultato è che Bergamo-Orio diventerà il più grande hub europeo di Ryanair. Al ritmo di 25 nuove rotte in coincidenza al mese, nel giro di un anno si dovrebbe arrivare a 300.

Ryanair e Orio al Serio: implementazioni e novità

Emilio Bellingardi, direttore generale di Sacbo, ha spiegato: “Il lancio dei voli in coincidenza sul nostro aeroporto da parte di Ryanair rappresenta un ulteriore tassello del processo evolutivo attuato dalla compagnia aerea nella sua principale base italiana e del sud Europa.

Che pertanto diventa il più importante hub d’Europa in termini di coincidenze. La partnership avviata quindici anni fa si dimostra vincente sia sotto l’aspetto operativo sia per quanto riguarda l’offerta delle destinazioni. Gli indici di puntualità dei voli trovano risposta adeguata nella infrastruttura aeroportuale”. La struttura è infatti concepita per offrire servizi sempre più completi e articolati, rispondendo al meglio alle esigenze dei passeggeri.

Per stare dietro allo sviluppo del traffico, Sacbo ha previsto degli investimenti per il periodo 2017-2020. Si tratta di un impegno considerevole per infrastrutture, attrezzature e mezzi pari a 113 milioni di euro. L’intervento più consistente, da terminare entro il 2020, riguarda l’ampliamento dell’aerostazione lato Ovest, per un valore di oltre 33 milioni di euro. Questo prevede la realizzazione di un nuovo volume su due piani.

Con un incremento della superficie totale pari a ottomila metri quadrati. Entro il 2018 dovrebbe essere iniziato e portato a termine anche l’ampliamento del piazzale aeromobili. A tal proposito, verranno messe a punto sei nuove piazzole di sosta.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche