Ryanair, le nuove regole per il check-in
Ryanair, le nuove regole per il check-in
Lifestyle

Ryanair, le nuove regole per il check-in

Aereo Ryanair

Ryanair ha deciso di lasciare ai viaggiatori da 48 a 2 ore di tempo per effettuare il check-in online. In caso contrario, dovranno pagare una penale

Ryanair ha stabilito una nuova regola per il check-in online. I biglietti per il volo con posti prenotati, devono essere acquistati 48 ore prima dell’imbarco, perché sia gratis, altrimenti bisogna pagare una penale. La norma parte in Italia dal 13 giugno 2018, ma nel Regno Unito viene già applicata. Non senza qualche polemica, perché essa crea difficoltà ai viaggiatori che scelgono la compagnia aerea irlandese a basso costo.

I dettagli

Coloro che hanno scelto un volo Ryanair con formula low-cost, senza preferenze per i posti a sedere, sono tenuti a effettuare il check-in online da due giorni a due ore prima. Invece chi intende prenotare un viaggio telematicamente pagando i posti, deve attivarsi da 60 giorni a due ore prima.

E’ quindi necessario portare sempre con sé la propria carta di credito. I viaggiatori che si presentano all’imbarco senza aver effettuato il check-in, dovranno pagare 55 euro per gli adulti e i bambini paganti, e 25 per i neonati.

I costi

I posti a sedere, se acquistati online, possono costare 4 euro se standard, 13 nelle prime file e 15 nel caso in cui tra un sedile e quello davanti il viaggiatore abbia più spazio per le gambe.

Inoltre si deve pagare un supplemento di 5, se si effettua l’imbarco prioritario.

Posti

I disagi e come evitarli

Molti utenti di Ryanair hanno protestato perché, se devono partire solo per una breve vacanza (magari un fine settimana all’estero) sono costretti a fare il check-in per il volo di ritorno durante il viaggio. Inoltre successivamente devono presentare la carta d’imbarco, oppure stamparla o ancora mostrarla tramite telefonino.

Per evitare di pagare, i viaggiatori possono scaricare prima della partenza l’app di Ryanair per effettuare il check-in online. Altrimenti possono recarsi in un internet-café oppure in un locale per connettersi da lì al sito della compagnia o ancora utilizzare il proprio cellulare con tutte le verifiche del caso. Gli hotel sono in genere già attrezzati per consentire la procedura ai clienti.

La regola del bagaglio a mano

Ryanair ha già dovuto fare i conti con forti dissensi per quanto riguardava certe sue nuove norme. Per esempio l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM o Antitrust) sta indagando perché quella decisa nel 2017 sul bagaglio a mano, non sarebbe stata comunicata per tempo, ma soprattutto i viaggiatori potrebbero considerarla un abuso. Così il Codacons ha presentato denuncia.

Solo acquistando l’imbarco prioritario da 5 euro, è possibile portare il bagaglio a bordo del velivolo, altrimenti si deve lasciare nella stiva. L’alternativa è acquistare biglietti più cari: Plus, Flexi Plus o Family Plus.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche