Sacconi: "Un accordo che garantisce un importante investimento..." - Notizie.it
Sacconi: "Un accordo che garantisce un importante investimento…"
Economia

Sacconi: "Un accordo che garantisce un importante investimento…"


Il futuro della Fiat si gioca ormai sul referendum che si terrà domani e dove si aperta una fortissima spaccatura all’interno del sindacato e degli stessi lavoratori.
«Se al referendum vince il no con il 51% – ha detto Marchionne- , la Fiat non fa l’investimento a Mirafiori». «Se il referendum di Mirafiori raggiungerà il 51% di sì andremo avanti con il nostro progetto. La gente si deve impegnare a fare le cose. A Mirafiori la Fiat non ha lasciato fuori nessuno. Se qualcuno ha deciso di non firmare non significa che io abbia lasciato fuori qualcuno». Abbiamo bisogno di libertà gestionale e «non può essere condizionata da accordi che non hanno più senso». «La Fiat è capace di produrre vetture con o senza la Fiom».
Dello stesso avviso è il Ministro Sacconi e ha detto che « è un accordo che garantisce un importante investimento, senza il quale l’auto perderebbe la sua importanza strategica, con danno evidente anche per Torino e il Piemonte.

Per fortuna, il consenso al ‘sì’ raccoglie ampio appoggio anche nell’opposizione, a partire dal sindaco Chiamparino fino a Fassino e Renzi».
«I lavoratori – ha continuato il ministro – non perdono nulla, ma guadagnano sicurezza e miglioramento di condizioni salariali. In più scatta la disposizione del governo per cui la parte del salario legata alla maggiore produttività viene tassata al 10 anzichè al 23%».
Comunque vada il referendum, rimane un dato incontrovertibile, una spaccatura insanabile tra la dirigenza della Fiat e la Fiom, frattura che riflette all’interno della stessa fabbrica del Lingotto.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche