Sacrati in tribunale: ricorso al Tar - Notizie.it
Sacrati in tribunale: ricorso al Tar
Bologna

Sacrati in tribunale: ricorso al Tar


Ricorso al Tar per chiedere la sospensiva dello sfratto dal PalaDozza

Gilberto Sacrati si è mostrato sereno e soddisfatto all’uscita dal Tribunale dopo la prima udienza dell’istanza di fallimento mossa ai danni della Fortitudo Pallacanestro da cinque creditori: «E’ andata bene, abbiamo pagato tutti», ha detto il proprietario della Effe.

Venti minuti di udienza, con tre fornitori che hanno certificato il pagamento del debito nei loro confronti, circa 100 mila euro complessivi, mentre il punto focale della situazione restano Equitalia e l’ex giocatore biancoblù Dalibor Bagaric. «Abbiamo ottenuto la desistenza di tutti – ha detto Sacrati – Il credito richiesto da Bagaric non è esigibile (ci sarà una nuova udienza il 10 giugno, ndr) e lo aveva ceduto a una società svizzera, mentre con Equitalia è tutto a posto, abbiamo rateizzato il debito presentando le dovute garanzie». Ora Equitalia dovrà valutare le garanzie presentate da Gil dopodiché, eventualmente, si pronuncerà sull’effettiva possibilità di rateizzazione.

L’altro capitolo riguarda il PalaDozza: oggi, secondo l’atto di sgombero, è il giorno in cui Sacrati dovrebbe lasciare l’impianto, se non dovesse farlo domani interverrà la forza pubblica.

Il presidente della Fortitudo ha però annunciato ricorso al Tar per richiedere una sospensiva di questa notifica, i tempi di giudizio dovrebbero di un paio di giorni e quindi lo sfratto potrebbe essere rimandato. «L’importante è fare tutto il possibile per mantenere la convenzione nello stato esistente e capire a chi tocca pagare quel debito, sicuramente non alla Fortitudo».

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.