×

Salerno, abbandona i figli per fuggire con un uomo e ruba assegni di mantenimento

Condividi su Facebook

A Salerno una 45enne originaria del Piacentino, divorziata, ha abbandonato i 4 figli minorenni per un altro uomo e ruba loro l’assegno di mantenimento dal padre disoccupato.

La vicenda

Tribunale fedi

A Salerno una donna di 45 anni originaria del Piacentino madre di 4 figli, separatasi dal marito ha ottenuto il loro affidamento, ma nel settembre 2016 ha conosciuto un altro uomo e li ha abbandonati. Non solo: avrebbe continuato a rubare loro i soldi degli assegni di mantenimento versati dal padre, circa mille euro in totale, lasciandoli senza nulla. L’uomo, 53 anni, anche se è disoccupato e cerca di arrangiarsi come può, ora chiede in sede civile l’esclusivo affidamento dei figli – di cui tre ancora piccoli – e che all’ex moglie, la quale li ha abbandonati e derubati, venga tolta la responsabilità genitoriale; in sede penale, invece, la donna rischia la condanna per appropriazione indebita e abbandono di minore.

Firma assegno di mantenimento

Un caso davvero eclatante questo avvenuto a Salerno, tanto più che si parla di figli che non solo hanno subito il trauma della separazione dei genitori dopo un matrimonio difficile e l’abbandono da parte della madre – che in generale e forse inconsciamente si suppone quella che, rispetto al padre, abbia più a cuore il benessere dei figli –, ma hanno anche scoperto di essere stati da lei derubati, vivono in povertà e devono arrangiarsi per vivere.

Semmai in questi anni di crisi economica in Italia le cronache riportano tristi episodi di madri che rubano per sfamare i figli – magari venendo poi aiutate dagli stessi agenti che, impietositi, regalano loro quello che avevano rubato -.

Altri casi di abbandono dei figli “per l’amante”

Bambina abbandonata

Non è certo la prima volta, comunque, che un genitore – di entrambi e sessi – abbandona i figli per fuggire con un’altra persona o incontrarla, venendo poi denunciato. Rimanendo al caso delle madri, possiamo ricordare quello di una ragazza rumena di professione badante residente a Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, che nel settembre del 2013 è stata denuncia dal marito per abbandono dei figlioletti a casa per fuggire con l’amante, un connazionale.

Invece nel dicembre del 2014 una donna albanese residente a Piacenza è stata condannata con l’amante, anche lui albanese, ad un anno e 4 mesi – pena sospesa in quanto la coppia era incensurata -, perchè avevano lasciato i figli di lei, di 7 e 12 anni, soli nell’auto mentre loro due sia appartavano nella vettura del giovane. I fatti risalgono al luglio del 2013. I bambini della donna era stati riaccompagnati a casa dagli agenti, dove il padre era ignaro di quanto fosse successo: proprio interrogando i due ragazzini, i carabinieri sono riusciti a sapere la dinamica dei fatti.

Un altro esempio: una donna residente nel Ragusano e con due figli minorenni è stata denunciata – anonimamente – dal marito, per esserne andata di casa per un altro uomo. In più, avendo cambiato identità, è stata denunciata anche per false attestazioni e sostituzione di persona. Successivamente è tornata a vivere col marito.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.