Salerno: il Consiglio di Stato blocca il Crescent - Notizie.it
Salerno: il Consiglio di Stato blocca il Crescent
Napoli

Salerno: il Consiglio di Stato blocca il Crescent

Salerno – Duro colpo per il sindaco di Salerno De Luca, sostenitore del progetto per la realizzazione del Crescent. Il Consiglio di Stato, accogliendo il ricorso presentato da “Italia Nostra” contraria alla realizzazione dell’emiciclo, ritenuto un mostro ecologico, ha ribaltato la sentenza del Tar e ha bloccato i lavori per la realizzazione dell’opera. La decisione del Consiglio di Stato non manda definitivamente il progetto in cantina ma ne decreta una sospensione in via cautelare. Nell’ordinanza si legge: “Tenuto conto dell’esigenza di rimettere al merito la compiuta valutazione delle complesse questioni implicate dalla controversia e, in primo luogo, la definizione dei profili processuali posti a fondamento della sentenza di primo grado; ritenuta l’opportunità di evitare che la prosecuzione dei lavori per la realizzazione di un edificio di cospicue dimensioni, in una situazione controversa, produca una trasformazione dello stato dei luoghi difficilmente reversibile e tale da determinare per la collettività un pregiudizio grave e irreparabile; ciò, sia per le trasformazioni materiali da operarsi, sia anche alla luce dell’art.

2, lettera G), del contratto stipulato tra il Comune di Salerno e la Crescent s.r.l., per effetto del quale il rischio proprio degli esiti delle azioni giudiziarie pendenti in relazione all’immobile è assunto dalla parte pubblica; considerato che l’interesse dell’Associazione appellante può essere soddisfatto mediante una sollecita discussione della causa nel merito; considerato inoltre che, nei limiti della sommaria tutela cautelare, l’appello in esame sembra presentare profili di connessione con quello di cui al ricorso n. 3609/2012, assegnato ad altra Sezione; ritenuto che, tenendo conto della complessità della vicenda, sussistono giustificati motivi per compensare tra le parti le spese del presente giudizio cautelare; P.Q.M. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) accoglie l’istanza cautelare nei sensi di cui in motivazione e, per l’effetto, sospende l’esecutività della sentenza impugnata“. La Procura di Salerno, inoltre, indaga sulle procedure tecnico-amministrative relative al rilascio delle licenze per la progettazione e realizzazione dell’opera.

Il reato ipotizzato è quello di concorso in abuso d’ufficio.

2 Commenti su Salerno: il Consiglio di Stato blocca il Crescent

  1. Comunicato stampa
    Il blocco del cantiere Crescent a Salerno giunge a seguito di un ricorso al Consiglio di Stato di “Italia Nostra” sostenuto dal gruppo facebook “Figli delle Chiacarelle”, a seguito delle evidenti violazioni di legge insite nelle modalità di avvio dell’opera. Si ricorda che proprio in relazione a tali violazioni il Sindaco è oggetto di una procedura penale. Ai lavoratori che, incolpevoli, rischiano la cassa integrazione va la solidarietà degli stessi promotori dell’azione davanti al Consiglio di Stato, ma è impensabile che i livelli occupazionali si difendono tollerando abusi edilizi e favorendo la speculazione.
    Vincenzo de Simone, Figlio delle Chiancarelle

  2. Esistono precisi vincoli geo-paesistici e urbanistici riguardanti i centri storici e la salvaguardia dell'ambiente. Evidentemente l'Amministrazione comunale salernitana non li ha rispettati in pieno e quindi ITALIA NOSTRA, la straordinaria e benemerita associazione che difende pubblicamente i beni culturali, paesistici e ambientali italiani è intervenuta a norma di Legge e ha ottenuto il blocco del "Crescent" dal Consiglio di Stato. Nulla di strano, evidentemente c'erano i presupposti per ottenere una sentenza favorevole alla collettività che certamente non vuole lo stravolgimento dell'ambiente urbano e paesistico di Salerno.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*