×

Coronavirus, farmaco anti-artrite gratis: l’annuncio di Roche

La Roche metterà a disposizione di tutti gli ospedali italiani, gratis, il farmaco anti-artrite utilizzato a Napoli contro il coronavirus.

coronavirus farmaco anti artrite gratis
coronavirus farmaco anti artrite gratis

La buona notizia arriva da Napoli e, già da qualche giorno, sta riaccendendo la speranza in tutti i pazienti affetti da Covid-19 e nei molti medici, infermieri e operatori sanitari in prima linea nella lotta alla pandemia. I primi risultati nell’utilizzo del Tocilizumab, un farmaco anti-artrite utilizzato per alleviare i sintomi da coronavirus anche nei pazienti più gravi, sono incoraggianti e ora il gruppo Roche ha deciso di impegnarsi a fornire gratis il medicinale “a tutte le regioni che ne facciano richiesta”.

Coronavirus, farmaco anti-artrite gratis

L’azienda farmaceutica sottolinea che il rifornimento gratuito avverà compatibilmente con “le scorte necessarie a consentire la continuità terapeutica ai pazienti affetti da patologie per cui il prodotto è autorizzato”.

La Roche – tramite una note dell’amministratore delegato – ha già dato disponibilità “ad AIFA per avviare uno studio clinico sull’efficacia e la sicurezza di Tocilizumab anche in pazienti affetti da Covid-19. Se vogliamo lasciare un’impronta, come azienda e come persone, dobbiamo pensare in maniera diversa e mettere a disposizione del Paese le nostre competenze e le nostre risorse”.

L’annuncio

La buona notizia è stata diffusa anche tramite la pagina Facebook del Partito Democratico, che ha divulgato l’annuncio di Maurizio de Cicco, amministratore delegato della Roche Italia. “Il dottor de Cicco ha appena fatto sapere al Ministero della Salute ed alle regioni che la sua azienda fornirà gratuitamente il farmaco (molto costoso) agli ospedali italiani che ne faranno richiesta” si legge nel post. Un gesto “che alimenta e rafforza la speranza di tutti noi. Viene incontro ad un sistema sanitario che sta lottando, senza arrendersi, allo stremo delle forze, dandogli uno strumento in più senza intaccare le sue risorse”. Il PD ricorda infine che “il farmaco è ospedaliero e non può essere preso in farmacia“.

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:
2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Domenica
13 Marzo 2020 01:03

Scusate ma il vaccino contro il Corana virus quando arriva qui da noi Italia aspettiamo con ansia x saperlo

D'ARIO DONATELLA
13 Marzo 2020 07:15
Risponde a  Domenica

Bisogna aspettare purtroppo ma una cosa importante che non vedo e sento che che in ogni comune bisogna fare una disinfestazione delle strade come fanno in altri paesi dato che si accerta che il virus rimane attivo sugli ogetti per diversi gg GRAZIE


Contatti:
Lisa Pendezza

Giornalista pubblicista classe 1994, nata in provincia di Monza e Brianza, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora