×

Coronavirus, l’Oms contro l’Italia: “L’attività sportiva non va negata”

Condividi su Facebook

Per l'Oms attività sportiva è fondamentale in questo periodo di quarantena per coronavirus: l'Italia però va in un'altra direzione.

coronavirus attività sportiva oms
coronavirus attività sportiva oms

Secondo l’Oms, Organizzazione Mondiale della Sanità, l’attività sportiva non va negata a chi è in quarantena per il coronavirus perchè, se fatta con buon senso, è un ottimo presidio sanitario. Una presa di posizione netta del massimo organo sanitario del mondo, che però va molto in contrasto con quanto sta succedendo in Italia, dove molte ordinanze regionali, più che i decreti nazionali, hanno imposto lo stop di corsette e passeggiate all’aperto.

Coronavirus, Oms difende l’attività sportiva

“Durante questo momento difficile, è importante continuare a prendersi cura della propria salute fisica e mentale. Questo non solo ti aiuterà a lungo termine, ma ti aiuterà anche a combattere COVID-19, in caso di contagio”, questa la comunicazione ufficiale dell’Oms che sembra andare, come detto, in contrasto con quanto sta avvenendo invece in Italia. Va detto che questa dello sport non è l’unica differenza di vedute tra l’Oms e e l’Istituto Superiore di Sanità italiano.

Un aspetto su cui l’organo mondiale insiste è l‘aumento del numero dei tamponi per individuare i soggetti positivi e asintomatici, soprattutto in settori cruciali come quello dei medici e del personale sanitario. L’Iss ha più volte raccomandato invece di eseguire il test solo a coloro che presentano sintomi, possibilmente acuti.


I consigli dell’Oms

In una piccola guida con alcuni consigli per gestire al meglio il proprio stato di salute psicofisica durante l’isolamento, l’Oms scrive: “É consigliato mangiare in modo sano, evitando abbuffate e cibo spazzatura per l’ansia, evitare alcool e bevande gassate, non fumare, se si lavora da casa cercare di non mantenere la stessa posizione tutto il giorno e fare pause di tre minuti ogni trenta. E poi fare attività fisica: dai 30 ai 45 minuti al giorno, gli adulti, almeno un’ora per i ragazzi, e se le linee guida locali o nazionali lo consentono uscite per una passeggiata o per una corsa, mantenendo le distanze di sicurezza dagli altri”.

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.


Contatti:

1
Scrivi un commento

1000
1 Discussioni
0 Risposte alle discussioni
0 Follower
 
Commenti con più reazioni
Discussioni più accese
1 Commentatori
più recenti più vecchi
Anna Chiara

hotel sulle piste da sci a alto adige www.hotel-rudolf.com


Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina il 23/03/1991, é laureato in Economia e Marketing presso l'Università La Sapienza di Roma. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con diverse testate tra cui TGcom24 e IlGiornaleOff. Lavora come speaker a Radio Rock.

Leggi anche