×

Coronavirus, non si prende al supermercato: il rischio di contagio è minimo

Condividi su Facebook

Il coronavirus non si prende al supermercato: il rischio di contagio con il contatto con gli oggetti, secondo uno studio tedesco, è minimo.

coroanvirus supermercato
coroanvirus supermercato

Uno studio tedesco condotto dall’epidemiologo Hendrik Streeck, direttore dell’istituto di Virologia dell’Università di Bonn, ha rivelato che il coronavirus non si prende al supermercato. Infatti, mentre si va a fare la spesa il rischio di contagio è minimo. L’esperto, insieme al suo team, ha chiarito che “l’epidemia si diffonde quando le persone si trovano a distanza ravvicinata per un periodo di tempo abbastanza lungo”.

Non vi sarebbe invece rischio di contagio attraverso il contatto con i prodotti o gli oggetti sugli scaffali.

Coronavirus, non si prende al supermercato

Andando a fare la spesa al supermercato non si corrono “significativi rischi di essere contagiati” dal coronavirus: questo è il risultato di uno studio tedesco.

Infatti, nonostante siano necessarie alcune misure di protezione – come l’utilizzo di guanti e mascherine – la diffusione del virus non avviene tramite contatto con oggetti o prodotti. L’epidemiologo che ha condotto lo studio ha spiegato che la ricerca si è svolta tra i principali focolai del Paese e ha denotato come vi sia un basso rischio di diffusione del virus al supermercato.

“Abbiamo raccolto campioni dalle maniglie delle porte, dai telefoni, dalle toilette – ha detto l’epidemiologo -, ma non è stato possibile coltivare il virus in laboratorio partendo dal materiale preso con quei tamponi”.

Perché avvenga il contagio, quindi, occorrerebbe “che qualcuno tossisca nella sua mano, tocchi immediatamente il pomello di una porta e subito dopo qualcun altro dovrebbe afferrare lo stesso pomello e toccarsi la faccia”.

Il coronavirus sulle superfici

Le conclusioni della ricerca tedesca paiono contraddire uno studio condotto negli Stati Uniti che aveva descritto la permanenza del virus sulle superfici. Il Covid-19, secondo lo studio americano, rimane un giorno sul cartone, tre giorni sull’acciaio e cinque giorni sulla plastica.

Mentre stando al caso tedesco, il contagio non avverrebbe per contatto con oggetti o prodotti. Utilizzare i guanti quando si fa la spesa rimane comunque una buona abitudine da tenere al supermercato.

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.