×

Coronavirus, studio conferma l’assenza di tracce nell’acqua di mare

Condividi su Facebook

Uno studio francese ha evidenziato l'assenza di tracce di coronavirus all'interno delle acque reflue, dell'acqua di mare e dei molluschi ivi presenti.

coronavirus-acqua-di-mare

Secondo un recente studio eseguito dall’Istituto francese di ricerca sull’utilizzo del mare, non sarebbe presente alcuna traccia di coronavirus all’interno dell’acqua marina e dei molluschi che popolano il fondale. La ricerca è stata effettuata prelevando campioni di acqua marina da tre diverse coste francesi e 21 campioni di molluschi, ma in tutti i casi non è emersa alcune evidenza della presenza di Sars-CoV-2.

Le analisi proseguiranno anche nei prossimi mesi, in modo da capire se i dati possono subire dei mutamenti con l’allentamento del lockdown.

Coronavirus, nessuna traccia nell’acqua di mare

Lo studio dell’Ifremer comprendeva anche un’analisi delle acque reflue, di cui sono stati prelevati dei campioni da 3 impianti di trattamento localizzati in due diverse zone del paese, una nella regione dell’Ile-de-France e l’altra nel Grand Est, cioè il territorio nato dal recente accorpamento di Alsazia, Champagne-Ardenne e Lorena. In questo caso il genoma del coronavirus era si presente ma in quantità correlate al numero di pazienti ricoverati in ospedale nelle medesime aree, in linea pertanto con simili ricerche avvenute anche nel nostro Paese.

Per quanto riguarda invece i molluschi, i prelievi sono stati effettuati tra il 22 e il 27 aprile 2020 e hanno interessato due campioni di cozze e 19 di ostriche, raccolti in zone note per la loro forte esposizione a fonti di contaminazione fecale umana.

Dei molluschi prelevati dall’Istituto tre sono stati raccolti lungo la costa della Normandia, otto lungo la costa della Bretagna, otto lungo la costa atlantica e tre lungo la costa mediterranea. In questo caso non è stata riscontrata la presenza di coronavirus, ma una contaminazione da rifiuti umani con tracce di norovirus. L’assenza di coronavirus è stata riscontrata anche nei quattro campioni di acqua di mare, prelevati dalle medesime coste.

Il commento del virologo

Soizick Le Guyader, virologo e responsabile del laboratorio di salute ambientale e microbiologia dell’Ifremer di Nantes, ha commentato le analisi dichiarando: “Sebbene ciò non fornisca certezza per tutti i molluschi e le acque marine, l’assenza di tracce di SARS-CoV-2 rivelate dal nostro studio è una buona notizia. Provare la reale assenza del virus è complicato. Non abbiamo prelevato campioni da tutte le aree costiere suscettibili alla contaminazione da rifiuti umani”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.