×

Coronavirus, l’Oms: “Non sappiamo quanto duri la risposta immunitaria”

Condividi su Facebook

Maria Van Kerkhove dell'Oms ha affermato come non sia ancora chiara la durata della risposta immunitaria nelle persone guarite dal coronavirus.

Durante il consueto briefing con i giornalisti, la responsabile del gruppo tecnico dell’Oms per il coronavirus Maria Van Kerkhove ha affermato come non vi siano ancora evidenza scientifiche chiare in merito alla durata della risposta immunitaria nei pazienti guariti dal Covid-19.

La Van Kerkhove ha inoltre precisato che in assenza di dati più precisi in merito bisognerà continuare a prestare molta attenzione evitando di contribuire alla diffusione del coronavirus.

Coronavirus, Oms sulla risposta immunitaria

Durante il punto stampa, la responsabile ha infatti dichiarato: “Sappiamo che le persone infettate da Sars-Cov-2 sviluppano una risposta immunitaria, ma non sappiano quanto forte e per quanto tempo duri.

[…] Con altri coronavirus, come Mers e Sars, questa protezione dura 12 mesi o più, ma nel caso del coronavirus del raffreddore è molto più breve. Ecco perché, mentre gli studi vanno avanti, non dobbiamo abbassare la guardia“.

In attesa che siano disponibili analisi più precise del fenomeno, la Van Kerkhove ha ribadito la necessità di sottostare ai protocolli sanitari vigenti, in maniera da contrastare la diffusione del coronavirus: “Finché non avremo risposte, che si otterranno solo seguendo le stesse persone per un lungo periodo di tempo dobbiamo cercare di proteggere noi stessi attraverso le armi che abbiamo: distanziamento, igiene delle mani, indossare una mascherina quando è opportuno ma anche isolamento dei casi, tracciamento dei contatti e riduzione delle possibilità di contagio”.

Il commento di Mike Ryan

Nel corso della conferenza stampa è intervenuto anche il il capo delle emergenze sanitarie dell’Oms, Mike Ryan, che sulle modalità e sulla durata dell’esposizione al virus ha affermato: “Se mi trovo in un luogo chiuso e affollato per lungo tempo, e non posso rispettare il distanziamento, sarò esposto a varie modalità di trasmissione. Ecco perché è fondamentale che i governi diano le informazioni corrette alla popolazione”.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.