×

Coronavirus, anche caduta dei capelli tra i sintomi del post infezione

Condividi su Facebook

Sempre più persone nel mondo affermano di aver notato un'eccessiva perdita di capelli dopo essere stati colpiti dal coronavirus.

coronavirus caduta capelli

Tra i sintomi del coronavirus potrebbe esserci anche la caduta dei capelli; o meglio questo è quello che stanno riscontrando numerose persone in tutto il mondo, che dopo essere stato colpite dalla malattia hanno iniziato a riscontrare una consistente perdita di capelli giorno dopo giorno.

Un fenomeno che non si era mai registrato prima d’ora ma che secondo i medici potrebbe essere legato al grande stress che l’organismo è stato costretto a sopportare durante il decorso della malattia.

Coronavirus, caduta dei capelli tra i sintomi

Come afferma la dottoressa Nate Favini, responsabile di una clinica di assistenza primaria che raccoglie dati sui pazienti affetti da coronavirus in tutti gli Stati Uniti, quella riscontrata dai pazienti parrebbe non essere una vera e propria caduta dei capelli ma un episodio di telogen effluvium, cioè una condizione che induce i capelli a cadere improvvisamente e in grandi quantità subito dopo un forte evento traumatico.

Normalmente ogni individuo perde circa un centinaio di capelli al giorno, ma con il telogen effluvium si può arrivare anche a trecento.

Intervistata da Business Insider la dottoressa ha infatti affermato: “Per le altre cause di telogen effluvium, in genere diciamo alle persone: ‘da tre a sei mesi, vedrai un miglioramento’ ma con il coronavirus c’è sempre l’avvertenza che non lo conosciamo ancora così bene.

Ci sono persone che sembrano avere una malattia più grave e impiegano lunghi periodi di tempo per guarire. In questi casi diventa più difficile prevedere quando vedranno ricrescere i loro capelli. La pazienza è la cosa più importante”.

Tra i primi episodi riscontrati di caduta dei capelli dopo il coronavirus c’è quello di una donna 56enne che ha iniziato a perdere i capelli circa tre mesi dopo aver contratto il virus lo scorso 5 marzo.

Una condizione in cui l’ha seguita anche la figlia, positiva al Covid-19 da aprile.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Contents.media