×

Coronavirus, l’Oms raccomanda l’uso delle mascherine dai 12 anni in su

Secondo un documento pubblicato dall'Oms l'utilizzo della mascherina per prevenire la diffusione del coronavirus dovrebbe iniziare dai 12 anni di età.

mascherine oms e1598080943615 768x482

L’utilizzo della mascherina per prevenire il diffondersi del coronavirus dovrebbe essere raccomandato a partire dai 12 anni di età; è quanto scrive l’Oms in un documento pubblicato nella giornata del 21 agosto che indica alcune linee guida per il contrasto della pandemia.

Secondo l’organizzazione dunque i bambini al di sotto dei 12 anni non dovrebbero essere obbligati a indossare la mascherina, contrariamente alle ultime disposizioni del governo italiano inerenti alla ripartenza delle scuole.

Coronavirus, l’Oms sulle mascherine

All’interno del documento, l’Oms: “Raccomanda che i bambini dai 12 anni in su indossino mascherine nelle stesse condizioni degli adulti, soprattutto quando non possono garantire una distanza di almeno un metro da altri e se la trasmissione è generalizzata nella zona interessata”.

Le indicazioni sono dunque le medesime divulgate negli ultimi giorni dal governo italiano, ad eccezione dell’età minima per utilizzare la mascherina che in quest’ultimo caso era ed è ancora di 6 anni.

Nella giornata del 20 agosto tuttavia, la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina aveva fatto una parziale marcia indietro rispetto alle parole del coordinatore del Cts Agostino Miozzo, passando dall’obbligo di mascherina durante tutto l’orario delle lezioni per i bambini dai 6 anni in su all’obbligo solo in caso non vi fossero le condizioni per rispettare il metro di distanza minimo.

Il commento sul futuro vaccino

Nel corso di una conferenza stampa, il direttore generale dell’Oms Tedros Ghebreyesus ha inoltre commentato gli attuali sviluppi sulla ricerca di un vaccino: “Nessun Paese può cavarsela fino a quando non avremo un vaccino contro il Covid-19. Sarà uno strumento vitale e speriamo di averne uno il prima possibile. Ma non c’e’ alcuna garanzia che avremo un vaccino e anche se lo dovessimo avere, non porrà fine da solo alla pandemia”.

Nelle idee di Ghebreyesus, l’auspicio è quello di riuscire a fermare la pandemia entro i prossimi due anni.

Contents.media
Ultima ora