×

Coronavirus, naso via d’accesso primaria: va coperto con la mascherina

Condividi su Facebook

Naso come via d'accesso per il Coronavirus, preferenziale. La Johns Hopkins University spiega perché è importante coprirlo con la mascherina.

Coronavirus, naso via d'accesso primaria
Il naso è via d'accesso principale per il Coronavirus.

Secondo una ricerca della Johns Hopkins Medicine, il Coronavirus trova nel naso una via d’accesso principale. Per questo motivo è fondamentale coprirlo con la mascherina, altrimenti questa diventa completamente inutile. Indossare il dispositivo di protezione individuale con questa parte del volto scoperta è un grave errore.

Naso: via d’accesso del Coronavirus

Un gruppo di scienziati del rinomato centro americano, che sta coordinando tutte le ricerche sul Coronavirus, ha condotto diversi esperimenti per capire come questo penetri più facilmente nel corpo umano.

Il naso è la parte preferita dal virus per infettare le altre cellule, l’infezione avviene 700 volte di più così che attraverso altre parti.

La zona maggiormente sensibile è quella più esterna e superficiale, rispetto invece a quelle che si trovano più in profondità nel naso. Anche per questo motivo uno dei primi sintomi, l’unico sembrerebbe negli asintomatici, è la perdita dell’olfatto. L’ACE2, la proteina che permette l’ingresso della spike e principale recettore di membrana, è presente dunque anche su questo organo di senso.

La ricerca della Johns Hopkins

I ricercatori hanno prelevato campioni nasali, tra i quali cellule dell’epitelio olfattivo e cellule dell’epitelio respiratorio, per analizzarli a livello istoimmunologico. In questo modo è stato possibile determinare la localizzazione di ACE2 nel naso, attraverso la tecnica della microscopia confocale. Il risultato sono state immagini molto dettagliate che mettevano in evidenza i recettori di ACE2 con pigmento fluorescente, localizzati sulle cellule di sostegno che ospitano dendriti neurale, che contengono i recettori dell’odore.

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Ermanno
14 Settembre 2020 12:09

Che tipo di mascherina? Ricordo che il verbale n 39 del cts stabilisce che se le mascherine chirurgiche non sono a norme uni e le altre non sono ffp2 o ffp3 non sono ne dispositivi medici ne dispositivi di protezione individuale.


Contatti:
Cecilia Lidya Casadei

Nata a Milano il 14 dicembre 1988, ha studiato Scienze Linguistiche per l'Informazione e Comunicazione. Ha collaborato con Focus Domande&Risposte, Nanopress, I Nostri Amici Cavalli, The Reiner magazine.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.