×

Covid, quali sono le attività a più alto rischio di contagio?

Condividi su Facebook

Una lista di attività a rischio per quanto riguarda l'aumento dei contagi di Coronavirus.

Attività Covid

I contagi da Coronavirus continuano ad aumentare e la situazione in alcune Regioni sta diventando davvero preoccupante. Ci sono, però, diversi modi per cercare di diminuire il rischio di essere contagiati. Delle piccole rinunce che si possono fare per tenere lontano il virus e cercare di proteggere se stessi e gli altri.

Attività a rischio Covid

L’emergenza Covid ha reso difficile riuscire a comprendere quali attività si possono svolgere e quali è meglio evitare. Si può scoprire il livello di rischio di ogni tipologia di attività, tenendo conto che lo svolgimento prevede la mascherina e la distanza fisica. Le attività maggiormente a rischio sono: mangiare ad un buffet, allenarsi in palestra, visitare un parco divertimenti, recarsi al cinema, partecipare ad un concerto, partecipare ad un evento sportivo allo stadio, partecipare ad un evento religioso con più di 500 persone e recarsi al bar.

Nella seconda fascia, considerata arancione, le attività a rischio sono: andare dal parrucchiere, mangiare al ristorante, partecipare a cerimonie, viaggiare in aereo, giocare a basket, giocare a football, abbracciare e stringere la mano ad amici.

Nella terza fascia, quella gialla, le attività a rischio sono: cenare a casa di amici, partecipare a barbecue, andare in spiaggia, fare shopping al centro commerciale, avere figli che vanno a scuola, lavorare in ufficio, nuotare in piscina e fare una visita ad un anziano.

Nella fascia verde, la quarta, troviamo: fare la spesa, camminare, correre o pedalare con altri, giocare a golf, andare in hotel, stare in sala d’attesa del medico, andare in biblioteca o nei musei, andare al ristorante, camminare in centro città e andare al parco giochi. Nell’ultima fascia, con un rischio minore, troviamo: aprire la posta, prendere cibo da asporto, fare benzina, giocare a tennis e andare in campeggio.

Covid attività

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.