×

Covid, i pacchi ricevuti per il black friday sono da disinfettare?

Abbiamo ricevuto i pacchi del Black Friday, ma li dobbiamo disinfettare? Alla fatidica domanda hanno risposto gli scienziati, americani e italiani.

disinfettare i pacchi amazon giunti per il black friday?

I pacchi arrivati o che stanno arrivando con gli acquisti effettuati durante il Black Friday e il Cyber Monday, sono da disinfettare per evitare di incappare in un contagio da Coronavirus? Questa la domanda che in molti in questi giorni si stanno ponendo, e alle quali ha risposto la scienza.

Pacchi ricevuti per il Black Friday da disinfettare?

Alla fatidica domanda ha risposto il CDC americano (Centers for Disease Control and Prevention). Il centro ha infatti ricordato come il SARS-Cov-2 sia un patogeno respiratorio, che tende a diffondersi mediante droplets (goccioline) e aeresol che espelliamo nell’atto della respirazione, oppure quando starnutiamo o tossiamo. Il venire a contatto con le droplets favorisce quindi la trasmissione del virus. Altra causa che potrebbe favorire il contagio sono i fomiti, ossia toccare una superficie infetta con la mano, come una maniglia, un ripiano, e poi portarci la mano al viso toccandoci bocca, occhi e naso.

Poco probabile, ma possibile. Difficile quindi, che il Coronavirus riesca a sopravvivere per il tempo necessario al trasporto di un pacco, considerati i tempi di spedizione, soprattutto se internazionale, e che riesca ad infettare il ricevente di quel pacco, come dichiarato dallo stesso CDC: –Ci sono ancora molte cose sconosciute sulla COVID-19 e su come essa si diffonde. Si ritiene che i coronavirus siano diffusi il più delle volte da goccioline respiratorie, e sebbene il virus possa sopravvivere per un breve periodo su alcune superfici, è improbabile che si diffonda attraverso la posta, i prodotti o gli imballaggi nazionali o internazionali.

Tuttavia può essere possibile che le persone possano contrarre il COVID-19 toccando una superficie o un oggetto su cui è presente il virus e poi toccandosi la bocca, il naso o forse i loro occhi, ma non si ritiene che questo sia il modo principale in cui virus si diffonde”. 

Stessa posizione epr il professor Pregliasco, virologo dell’Università Statale di Milano, che già durante la prima ondata aveva criticato la pratica di disinfettare la spesa: -“Non era una misura essenziale durante la prima ondata del Coronavirus di marzo e non lo è neanche adesso.

Rischiamo di vivere male”. Poi prosegue: –“Quello che è importante è fare assoluta attenzione al lavaggio delle mani. Pertanto, una volta ritirato un pacco e recuperata la merce, la cosa migliore da fare è liberarsi dell’imballaggio nell’apposito contenitore per la carta e lavarsi immediatamente le mani con acqua e sapone (quando si sta a casa è il metodo migliore), evitando al contempo di toccarsi il viso. In aggiunta, se si vuole essere ancora più sicuri, si può passare del disinfettante sul ripiano dove è stato poggiato il pacco, ma nulla di più”.

In base a uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità, il Covid, riesce a sopravvivere sulle superfici in cartone per circa 24 ore, tempo calcolato solo a livello sperimentale, senza considerare tutte le variabili riscontrabili nella realtà. In definitiva possiamo stare sicuri che non prenderemo il Coronavirus dal pacco ricevuto per il Black Friday.

Contents.media
Ultima ora