×

Pfizer, vaccino anti-Covid: “Possibile ok il 29 dicembre”

La data del possibile ok per il vaccino anti-Covid è sempre più vicina.

Pfizer
Pfizer

La data del vaccino anti-Covid Pfizer è sempre più vicina. Potrebbe non arrivare entro Natale, ma sicuramente entro la fine dell’anno. Stiamo parlando dell’autorizzazione in Europa del primo vaccino contro il Covid. LA data ufficiale è il 29 dicembre e ad approvarlo sarà l’Agenzia europea per il farmaco.

Vaccino anti-Covid Pfizer

Se tutto andrà bene, i primi cittadini europei potranno essere vaccinati prima della fine di dicembre” ha dichiarato Ursula von Der Leyen, presidentessa della Commissione Europea. “Sarà un enorme passo verso la nostra vita normale. Vuol dire che c’è luce in fondo al tunnel” ha aggiunto. Anche Pfizer, dopo la biotech americana Moderna, ha chiesto ufficialmente l’approvazione dell’Unione Europea per il suo vaccino. Una richiesta per “uso condizionato” in regime di emergenza, con l’impegno di continuare i test per valutarne efficacia e sicurezza.

AstraZeneca e Oxford, invece, non hanno ancora presentato la richiesta di autorizzazione. L’Agenzia avrà bisogno di circa un mese per l’approvazione. “Se i dati saranno sufficienti, il processo di valutazione potrebbe terminare al più tardi il 29 dicembre” ha fatto sapere l’Ema. Pfizer è pronta per mandare le dosi del vaccino in tutti i Paesi europei subito dopo l’approvazione. La Commissione europea ne ha acquistate 200 milioni di dosi entro il 2021, con l’opzione di averne altri 100 milioni.

La quota per l’Italia, però, è del 13,65%, ovvero 27 milioni estendibili a 40. Il vaccino prevede anche un richiamo.

Moderna ha concluso con l’Ue un contratto da 80 milioni di dosi estendibili a 160, di cui 22 milioni per l’Italia. L’esame di questo vaccino si potrebbe concludere il 12 gennaio. Nel Regno Unito è tempo dei primi vaccini. Nel fine settimana si terrà la prima iniezione. In Gran Bretagna l’approvazione dei farmaci segue regole diverse rispetto all’Europa. Londra ha una sua agenzia regolatori, ovvero l’Mhra, che si riunirà nel weekend per la sua valutazione. Le prime fiale somministrate nel Regno Unito saranno quelle prodotte in collaborazione con la Pfizer e la BioNTech. La riunione dell’autorità regolatori negli Stati Uniti, invece, è prevista per il 10 dicembre. L’Fda ha fatto sapere che farà le sue valutazioni nei tempi che reputa opportuni, quindi la data di approvazione potrebbe slittare.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora