×

Gel disinfettanti mani: lesioni oculari in aumento nei bambini

I gel disinfettanti per le mani provocano lesioni oculari se usati impropriamente, soprattutto nei bambini.

gel disinfettante mani

I gel disinfettanti per le mani, molto usati negli ultimi mesi come precauzione per il contagio da Covid-19, hanno provocato un considerevole aumento della lesioni oculari nei bambini. La causa risiede nel loro utilizzo improprio.

La conferma arriva da uno studio condotto da un team di ricercatori francesi dopo aver analizzato i dati del centro nazionale antiveleni (PCC) e di un ospedale pediatrico di riferimento per l’oftalmologia di Parigi.

I dati della ricerca, pubblicati sulla rivista scientifica Jama Ophthalmology, hanno rivelato come l’uso più frequente di disinfettanti per le mani sia proporzionale all’aumento delle esposizioni involontarie, specialmente in età pediatrica. I ricercatori hanno così commentato il loro studio: “Utilizzando due set di dati complementari abbiamo osservato un aumento di sette volte del numero di esposizioni oculari a disinfettanti idroalcolici nei bambini, con diversi casi di lesioni corneali”.

Ma quali possono essere le cause? Secondo gli studiosi, l’aumento può essere dovuto “alla posizione dei distributori di gel in prossimità del volto dei bambini”.

Generalmente posizionati a circa 1 metro di altezza, infatti, i distributori erogano il gel all’altezza degli occhi dei più piccoli.

Gel disinfettanti mani: attenzione ai bambini

Complessivamente, sono stati registrati 63 casi di esposizione a gel disinfettanti in luoghi pubblici (nessuno segnalato nel 2019), più spesso nei negozi e centri commerciali (47 casi). Un’altra causa è da cercare nel ritardo del lavaggio degli occhi per via della mancanza di accesso a una fonte d’acqua o alla viscosità dei preparati, molto dannosa per la superficie oculare.

Da sottolineare come la maggior parte dei casi analizzati dallo studio francese, il 97,8%, si sia rivelato di gravità nulla o lieve. In questi casi i sintomi riportati erano dolore, sensazione di formicolio o iperemia congiuntivale. “Otto bambini hanno riportato un’ulcera corneale e/o congiuntivale” concludono gli studiosi “che coinvolgeva più del 50% della superficie corneale per sei di loro. Due di questi hanno richiesto il trapianto di membrana amniotica”.

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Alberto Pastori

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora